MPS – salvata con i soldi pubblici è il simbolo dell’Italia peggiore

MPS

MPS – Monte dei Paschi di Siena- salvata con i soldi pubblici.

Mentre scrivo, è pronto il decreto governativo con il quale MPS, https://www.mps.it/, terza banca italiana per asset, clienti e dipendenti, verrà salvata. La BCE richiede una ricapitalizzazione di 8,8 miliardi di euro,  un’enormità.

Saranno i cittadini italiani ha ripianare i buchi provocati da una fallimentare classe politica–dirigenziale, che ha governato la banca più antica del mondo negli ultimi 15 anni, facendola diventare il simbolo più eclatante dell’Italia sprecona e imbrogliona.

MPS

Dopo le fallimentari gestioni del manager Mussari & Company (faccio notare che lo stesso Mussari aveva scalato addirittura i vertici dell’ABI), si sono susseguiti gli aumenti di capitale e i governi, senza riuscire a venire a capo della situazione.

Anche Banca d’Italia e Consob, come sempre accade in questi casi, non si possono definire privi di colpe, anzi sta di fatto che la quotazione di MPS ha perso il 90 % del proprio valore nell’ ultimo anno, nonostante ormai chiunque sappia quali siano le colpe ed i colpevoli.

Vicenda vergognosa, ma talmente importante che persino la crisi di governo ha subito una brusca accellerata proprio per riuscire ad affrontare il problema. L’unica cosa veramente seria da fare sarebbe accertare responsabilità e sanzionare in modo esemplare le incredibili inadempienze e truffe. Ma quando c’è di mezzo l’incestuoso rapporto politica–banche, non ci sono mai colpevoli.

Vorrei ricordare che con queste classi dirigenti abbiamo accumulato più di 2.200miliardi di debito pubblico e 360 miliardi di sofferenze bancarie e  nessuno paga il conto dei propri errori? 

Stendiamo un velo pietoso!

Analisi di Andrea Vedovati

 

MPS – salvata con i soldi pubblici è il simbolo dell’Italia peggiore ultima modifica: 2017-01-07T10:55:31+00:00 da Antonietta Di Vizia