L’indice S&P500 ha raggiunto i 2.450 punti. Allerta massima

L’indice S&P500 il piu importane indice mondiale, ha raggiunto nei giorni scorsi i 2450 punti. Allerta massima.

Dopo otto anni di ciclo economico artificiale, sostenuto dall’intervento delle banche centrali, i prezzi del più importante indice mondiale. lo S&P500, nei giorni scorsi ha toccato l’importantissima soglia dei 2.450 punti.

E’ un livello davvero importante per l’analisi tecnica dei prezzi, perché è l’obiettivo naturale della proiezione del consolidamento dell’indice S&P500 americano tra il 2000 ed il 2009, con minimo 666 (2009) e massimo 1560 ( 2000 e 2007).

Come si può evincere meglio dal grafico qui accanto, il target di 2.450 circa è stato pienamente raggiunto qualche giorno fa.

Ovviamente, per chi è specializzato nella cosiddetta “finanza dei prezzi”, non può che scattare l’allarme rosso e gli darebbe pienamente ragione chi è specializzato nella cosiddetta “finanza dei fondamentali”, viste le valutazioni da bolla speculativa.

Tuttavia il ciclo economico è ancora sano, la curva dei rendimenti americana non è affatto invertita e quindi non segnala un’imminente recessione in arrivo.

Nonostante la situazione geopolitica sia instabile, non si puo’ neanche ipotizzare un’imminente guerra che possa davvero scatenare le vendite sullo S&P500. Le borse Europee hanno valutazioni più convenienti probabilmente nel breve – medio termine.

Quindi, forse, questo particolarissimo e lungo ciclo economico e borsistico, non è ancora giunto al termine, ma una corretta gestione del rischio imporrebbe di ridurre precauzionalmente l’esposizione verso il rischio azionario. Forse non ci sarà almeno nel breve un crollo rovinoso dei corsi azionari ma la volatilità è destinata inevitabilmente ad aumentare.

Non ripetiamo gli errori del passato!

Analisi di Andrea Vedovati

 

L’indice S&P500 ha raggiunto i 2.450 punti. Allerta massima ultima modifica: 2017-07-07T15:56:58+00:00 da Antonietta Di Vizia