FIAT CHRYSLER VOLA IN BORSA. VICINA LA VENDITA

alt tag fiat chrysler

FIAT CHRYSLER VOLA IN BORSA. VICINA LA VENDITA A GRUPPI STRANIERI

Da metà agosto, FIAT CHRYSLER ha ricominciato a volare in borsa grazie alle indiscrezioni su possibili operazioni di acquisizione da parte di gruppi stranieri. Le ipotesi vanno dalla vendita di marchi Jeep e Ram ai cinesi.

Altre ipotesi riguardano il possibile spin off dei marchi Alfa Romeo e Maserati e la vendita delle controllate Magneti Marelli (componentistica ) e Comau (automazione Industriale). Non è un mistero che dopo gli straordinari sforzi di Marchionne, la famiglia Agnelli si sia convinta che il businness mass market dell’auto abbia un futuro difficile per concorrenza e innovazione tecnologica.

L’auto che si guida da sola, Uber e la sua rivoluzione del trasporto privato, l’assenza di vere e proprie economie di scala rispetto ai giganti del settore, la svolta elettrica per i motori di nuova generazione, impongono che FCA si fonda con uno dei colossi mondiali che dominano il mercato (GM o Volkswagen) o che sia venduta tout court.

Di qui il fenomenale rally di borsa (+ 36% da metà agosto), che in verità dura da dieci anni, ma che promette uno spumeggiante finale.

Gli analisti finanziari continuano ad alzare i loro obiettivi di prezzo ben sapendo che in un’ottica di vendita FIAT CHRYSLER debba essere valutata più per la somma delle sue parti che per la sola capacità reddituale prospettica (peraltro ottima).

Come si può evincere dal grafico sottostante il rally di borsa attuale ha obiettivi ambiziosi, 15 / 17 euro . Infatti dopo che i prezzi di FIAT CHRYSLER sono rimasti per lungo tempo in un rettangolo tra 5 e 11 euro. Ora, la rottura al rialzo del movimento tecnico sembra preludere prima ai 15 euro e poi ai 17.

alt tag fiat chrysler

Qui di seguito riportiamo la tabella dei target price degli analisti fondamentali recensiti su Bloomberg.

alt tag fiat chrysler

analisi di Andrea Vedovati

FIAT CHRYSLER VOLA IN BORSA. VICINA LA VENDITA ultima modifica: 2017-09-06T14:59:01+00:00 da Antonietta Di Vizia