Il museo Piana delle Orme, apre il polo espositivo dedicato all’Aeronautica

alt tag museo
Museo di Borgo Faiti

Il museo Piana delle Orme di Borgo Faiti, in occasione del suo ventesimo compleanno, apre un nuovo polo espositivo dedicato all’Aeronautica. Il parco che ogni anno registra un numero elevato di visitatori, ha potuto contare sulle convenzione stipulate sia con lo Stato maggiore dell’Aeronautica Militare che con il Comando Generale della Guardia di Finanza per l’apertura del nuovo padiglione.

alt tag museo

Tra i pezzi ceduti e che da questi giorni è possibile ammirare, il più famoso Lockheed PV-2 “ Harpoon”, velivolo da pattugliamento marittimo, importante per essere stato protagonista nella fase finale della seconda guerra mondiale, per contrastare le forze giapponesi posizionati sul Pacifico.

Questo in esposizione al Museo di Piana delle Orme, è l’unico velivolo presente in Europa. Un altro pezzo di rara importanza, per gli amatori ed appassionati, è la vedetta veloce V4001 classe “ Drago” della Guardia di Finanza, considerato il mezzo su acqua, più veloce del mondo ed usata nel contrasto ai traffici illeciti e per la lotta di contrabbando di sigarette del Mar Tirreno e Adriatico.

Il Museo di Piana delle Orme, fa parte anche della Rete Nazionale dei Musei Aeronautici insieme a quello famoso di Vigna Valle, al Museo Caproni, Volandia e al Museo Baracca di Lago.

Il museo, privato, nasce dalla collezione di Mariano De Pasquale e viene continuamente arricchita. Sono raccolti nel museo circa 50000 reperti tra i più disparati: giocattoli, strumenti di lavoro, oggetti di vita quotidiana, trattori e idrovore utilizzate per la bonifica e dopo la bonifica, tram, auto, moto, armi e mezzi militari come aerei, carri armati, elicotteri, jeep, fucili, proiettili, divise, etc…

Il materiale è conservato in più padiglioni organizzati secondo due percorsi tematici principali. Uno dei due percorsi è relativo alla Bonifica dell’Agro Pontino in particolare e alla vita agricola in Italia in generale.

Il secondo percorso è relativo agli eventi bellici della Seconda guerra mondiale in cui è rimasta coinvolta l’Italia e il Lazio. Tale percorso offre al visitatore la possibilità di prendere diretta visione delle più diverse attrezzature militari utilizzate nei teatri di battaglia durante la Guerra di liberazione nazionale ad opera delle forze alleate, oltre che di quelle nemiche dell’Asse nazi-fascista (decine di mezzi di trasporto, pezzi di artiglieria, mezzi anfibi, strutture mobili del genio militare, della Croce rossa, etc.) Fra le  ultime acquisizioni del museo è stato uno dei soli tre esemplari ancora esistenti al mondo della versione del Carro armato statunitense M4 Sherman modificato appositamente per le operazioni di sbarco in Italia e in Normandia (cosiddetto Sherman “DD”). Il carro armato, dopo un rocambolesco ripescaggio nelle acque del golfo di Salerno in anni recenti (nell’ottobre 1943, durante le operazioni di sbarco, era affondato), e dopo mesi di difficili e costosi restauri, è ora esposto e ammirabile in tutta la sua ardita struttura in uno dei padiglioni della mostra.. Un padiglione (il primo del percorso della mostra dedicato alla Seconda Guerra mondiale) ricostruisce, con l’allestimento di una stazione ferroviaria all’interno della quale sono posizionati vagoni ed una locomotiva, la tragedia della deportazione degli ebrei italiani verso i campi di sterminio nazisti.

Ogni padiglione affronta un particolare tema attraverso specifiche ricostruzioni didattiche (anche animate e acustiche) in cui sono presenti oggetti originali.

Lorella Iaci

 

 

Il museo Piana delle Orme, apre il polo espositivo dedicato all’Aeronautica ultima modifica: 2017-10-10T11:49:34+00:00 da Lorella Iaci

Commenta per primo

Lascia un commento