Ars festival…l’arte del fumetto attrae ancora molto i giovani

Festival del fumetto all'ex Mattatoio

Alt Tag Andrea Pazienza
Alt Tag ARF IV Edizione Photo ©2018 Angela Petruccioli

“La foto del giorno” di venerdì 1 giugno 2018…..è stata inviata dalla nostra lettrice Angela Petruccioli.

 Andrea Pazienza, a trent’anni dalla sua scomparsa Arf e Comicon hanno presentato, nei locali della Pelanda dell’ex Mattatoio, una retrospettiva sul grande fumettista che si è riproposta di raccontare soprattutto l’Andrea Pazienza fumettista – con una particolare attenzione ad un’intera nuova generazione di lettori che forse l’ha conosciuto poco – attraverso una ricca selezione della sua opera: da Aficionados Le straordinarie avventure di Penthotal dei primissimi anni ’80 al suo personaggio più celebre, Zanardi (con le tavole di Giallo scolastico,Verde matematicoPaccoLa prima delle treNotte di CarnevaleCuore di mammaCenerentola 1987Lupi e alcune delle straordinarie pagine di La vecchiezza è una Roma e di Zanardi medievale), passando per Tormenta e le caricature disneyane di Perché Pippo sembra uno sballato La leggenda di Italianino Liberatore, lo spassoso Pertini, le meravigliose tavole a colori di Campofame, o ancora Francesco Stella, le SturielletUna estate, la pura poesia dell’incompiuta Storia di Astarte o di Il perché della anatre, fino a quello che probabilmente è il più importante, esorcizzante e traumatizzante graphic novel italiano del XX Secolo, quel Gli ultimi giorni di Pompeo che lo ha consacrato nell’empireo della letteratura disegnata.

http://www.rainews.it/dl/rainews/media/Andrea-Pazienza-30-anni-dopo-mostra-con-inedito-che-era-a-casa-Garrone-e-un-ritratto-che-fa-male-90cfb7af-8163-42ed-9daf-292b049a553f.html

ARF IV Edizione Photo©2018 Angela Petruccioli

“La foto del giorno” è la rubrica dei lettori di www.Romaoggi.eu a cura del fotoreporter  Alessandro Lisci. Invia la tua foto del giorno ad alessandrolisci@yahoo.it con un titolo ed un breve testo. Infoline 3316379346

Ars festival…l’arte del fumetto attrae ancora molto i giovani ultima modifica: 2018-06-01T07:23:01+00:00 da Alessandro Lisci