Mai più Sand Creek in scena solo il 12 giugno al Teatro dell’Angelo

alt tag mai piu sand creek

 Il 12 giugno, al Teatro dell’Angelo di Roma, a Roma, l’Associazione culturale “L’Alba del Terzo Millennio”, presieduta da Sara Iannone, organizza e coordina la realizzazione dello spettacolo Mai più Sand Creek.

alt tag mai piu sand creek
Giuliana Giudotti

L’iniziativa, che nasce dall’idea e sul testo di Giuliana Guidotti, è realizzata dall’Alba del Terzo Millenno nell’ambito del suo progetto “In Arte Precario” volto ad esaltare, rafforzare e divulgare la difesa della dignità del lavoro artistico sostenendo in modo innovativo progetti dedicati tanto alla promozione dei nuovi talenti quanto agli artisti di fama. Il progetto “In Arte Precario” ha la sua massima espressione nel “Premio Anita Ekberg”, che ha celebrato quest’anno la sua quarta edizione.

Lo spettacolo Mai più Sand Creek , introdotto dal brano Don’t give hate a chanche, di Jamiroquai, interpretato da Giuliana Guidotti, vedrà sul palco Francesco Carrassi e Nadia Bengala come voci narranti e la partecipazione di Marco Ciucci e Roberta Aguzzi e Floriana Rignanese.

alt tag mai piu sand creek
Roberta Aguzzi, Nadia Bengala e Floriana Rignanese

I due artisti, accompagnati da suadenti musiche e le immagini straordinarie realizzate da Giuliana Guidotti, sapientemente montate ed elaborate da Stefano Stefanelli i collaborazione di Angelo Martini che racconteranno in modo nuovo la storia degli Indiani d’America, e la pergamena originale realizzata a mano dalla decoratrice Jessica Nikolassy con le parole scritte dal presidente XVIII Presidente d’America Ulysses S. Grant, per l’acquisto delle colline sacre, the Black Hills. Le due canzoni Don’t Give Hate a Chance e Shake it on, del popolare cantante Jamiroquai, che canterà la stilista e autrice Giuliana Guidotti sono state registrate dal M° Andrea Tosi, con la supervisione vocale di Angelo Martini.

alt tag mai piu sand creek

Un approccio sociale e culturale che tende soprattutto ad evidenziare il valore e la ricchezza che scaturiscono dalla convivenza e integrazione tra i popoli. Anche il finale, del tutto inaspettato, è una rielaborazione che vuole essere certamente un messaggio di speranza ma, soprattutto, uno spunto di riflessione in questi tempi fortemente condizionati dalle migrazioni dei popoli e dagli scontri culturali con l’auspicio che si trasformino in incontri tra uomini, capaci di condividere le proprie esperienze, le proprie tradizioni e le proprie culture per costituire un bagaglio prezioso per l’Uomo di domani.

Al termine della rappresentazione ci sarà la premiazione di due corti cinematografici a sfondo sociale selezionati da Franco Mariotti: “Timballo” di Maurizio Forcella e “Idris” di Kassim Assin Saleh. I premi saranno consegnati da S.A.I Roberto Malmesi Spreti Focas di Cefalonia, presidente dell’Associazione Internazionale Sant’Elena Imperatrice.

Redazione

Mai più Sand Creek in scena solo il 12 giugno al Teatro dell’Angelo ultima modifica: 2018-06-12T16:43:16+00:00 da Antonietta Di Vizia