Libero Libero Libero di Ettore Fortuna alla Galerie Maison Naim

alt tag libero libero libero
Ettore Fortuna
LIBERO LIBERO LIBERO. Il Colore che diventa forma, la personale di Ettore Fortuna a cura di Mili Rodic incanta a la GALERIE MAISON NAIM  in Via Mario De Fiori nel cuore della Capitale.
alt tag libero libero libero
Ettore Fortuna
 
Astratto materico, tra leggerezza e profondità. Il colore diventa forma”. La curatrice d’arte Miliza Rodic introduce così la mostra d’arte contemporanea di Ettore Fortuna dal titolo Libero Libero Libero.
Le opere di Fortuna” – spiega Rodic – “trasmettono al contempo pace e agitazione. Lo spettatore è come stordito dai colori forti e netti, dalle righe che si intersecano, dai tratti duri e severi; è costretto a concentrarsi nella lettura delle parole – spesso tratte dalle opere di Goethe – che si rincorrono con le tinte e le linee”.
Ettore Fortuna, avvocato e presidente di un’importante associazione di industriali, ritrova un antico amore – quello della pittura – e decide di mettersi in gioco esponendo i suoi ultimi lavori. Ha già all’attivo alcune personali anche nella Capitale e un bell’elenco di estimatori appartenenti al mondo della cultura, dell’imprenditoria e dello spettacolo. Quattordici opere quelle che l’imprenditore/artista espone nella galleria d’arte a due passi da Piazza di Spagna, realizzate ad olio su tele di varie dimensioni. Sulla tela i versi e concetti rubati alla poesia e alla filosofia antica, per trattenere il fruitore ad una riflessione più lunga e profonda.
alt tag libero libero libero
 “Ab origine” – afferma Fortuna – “c’è il colore. Compatibilmente con i tanti impegni di lavoro, cerco di vivere il più possibile all’aria aperta. Ciò mi permette di essere in costante contatto con la luce, con le infinite sfumature della natura in tutte le ore del giorno. Un’alba, un tramonto, il riflesso dei raggi del sole su un prato verde o sulle onde del mare. Ogni stagione è imbevuta di un’infinità di tinte; le mescolo sulla tavolozza e le riporto sulla tela. Parto sempre da un colore che mi consente di arrivare alla definizione di una suggestione, mai dal contrario. E, poi, ci sono i miei artisti preferiti che ritornano nella mente e stimolano la fantasia: Chagall, Kandisnski, Klee, Pollok”.

La Galerie Maison Naim – dopo il successo del primo appuntamento con l’arte contemporanea che ha visto coinvolti gli artisti Camilla Ancilotto e Andrea Pacanowski curata da Rodic – riapre le porte ad iniziative culturali per promuovere le arti visive attraverso la fusione trasversale di più artisti.  
L’originale contesto a due passi da Piazza di Spagna ospita ciclicamente l’arte all’interno di una nuova e inusuale dimensione, una galleria d’arte con stile e sapore internazionale, posta un piano sotto alla sua boutique hotel di lusso, Spagna Royal Suite e inserita nel circuito Le Rêve de Naim– Chez Moi, il nuovo ristorante incastonato all’interno della Galerie Maison Naim, dove l’arte si fonde con l’alta cucina internazionale. Qui l’arte contemporanea ispira i piatti gourmet d’autore, poiché lo chef prepara, di volta in volta, dodici portate ispirate alle opere d’arte esposte nella galleria. La mostra Libero Libero Libero è aperta al pubblico fino a domenica 8 Luglio 2018.
Redazione
Libero Libero Libero di Ettore Fortuna alla Galerie Maison Naim ultima modifica: 2018-07-06T08:33:13+00:00 da Antonietta Di Vizia