I Liberi Cantores, a Salerno fanno incetta di applausi e successi.

alt tag i liberi cantores

I Liberi Cantores, a Salerno fanno incetta di applausi.  Quando arte e bellezza si incontrano, può nascere la musica che incanta e strabilia, questo è stato il successo firmato da i Liberi Cantores diretti dal Maestro Rita Nuti di Aprilia alla partecipazione dell’International Choral festival che si è tenuto a Salerno dal 4 all’8 luglio.

La manifestazione, giunta alla sua nona edizione e realizzata su progetto della FeniarCo (Fondazione Nazionale Italiana Associazione Regionale Cori) e dell’ARCC (Associazione Regionale Cori Campani), ha ospitato 36 cori provenienti da tutta Italia e dall’estero.
Imponente l’apparato organizzativo posto in essere in collaborazione con il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, il Comune di Salerno, la Diocesi di Salerno, il Comune di Amalfi, la Reggia di Caserta, la Fondazione Ravello, l’Associazione Basilicata Cori, il Matera 2019 Open Future e la Direzione Generale
di Musei della Regione Basilicata.
Cinque giorni all’insegna della musica, dell’arte e della cultura con concerti che hanno proposto un ricco repertorio di brani tra polifonia sacra e profana, gospel, di tradizione popolare e pop, in una maratona corale che ha avuto il suo apice conclusivo nell’animazione liturgica delle Sante Messe tenutesi nelle diverse chiese storiche della città di Salerno.
Da Napoli, ad  Amalfi e la sua splendida Costiera, dalla Reggia di Caserta, alla Certosa di San Lorenzo a Padula e Villa Rufolo a Ravello, sono state le tappe principali raggiunte.
Tre i cori provenienti al Lazio: i Liberi Cantores diretti dal M° Rita Nuti, il Coro dell’Angolo diretti dal M° Alessia Calcagni e i Sincopatici diretti dal M° Paolo Saginario.
I Liberi Cantores, a Salerno fanno incetta di applausi e successi. ultima modifica: 2018-07-10T12:13:25+00:00 da Lorella Iaci