FESTA delle 7 ARTI : 1 e 2 agosto no stop performing art nel rione Monti a Roma

alt tag festa delle 7 arti
la mezzosoprano georgiana, Keteva Kemoklidze

FESTA delle 7 ARTI – due giorni di NO-STOP PERFORMING ARTS, tra le vie del Rione Monti

Grande successo l’1 e il 2 agosto 2018 per la FESTA delle 7 ARTI al quartiere Monti a Roma. Una due giorni dedicata alla Musica, alla Danza, al Cinema, alla Poesia, alla Letteratura, alle Arti Visive, all’Architettura, un omaggio alle grandi DONNE cancellate e dimenticate dalla Storia, in primis, la soprano EMMA CARELLI, la prima Sovrintendente di un Teatro Lirico del mondo, un tributo alla MADRE TERRA e ai 4 ELEMENTI, attraverso le SCIENZE SOCIALI (Ecologia, Sociologia, Pedagogia, Antropologia, Psicologia…) e la Tecnologia, intesa come capacità di Innovare e di far crescere l’Umanità in modo sostenibile.

alt tag festa delle 7 arti
Francesca Chialà, del Consiglio direttivo del Teatro dell’Opera, l’ideatrice ed organizzatrice evento.

Una grande festa, un bel evento promosso dal Suburra Club, realizzato in collaborazione con il Comune di Roma e ATAC, ideato e organizzato dalla Sociologa e Consigliera di Amministrazione del Teatro dell’Opera di Roma,  Francesca Chialà.

Il progetto basato sull’Economia del Dono e sulla Cultura della Generosità ed è realizzato grazie al contributo di tantissimi Amici e Artisti che hanno accettato di partecipare gratuitamente alla FESTA delle 7 ARTI, dei cittadini di Monti e di tutti i Civil Servant che lavorano nelle istituzioni della città di Roma.

La FESTA delle 7 ARTI è dedicata a 18 Grandi Donne cancellate dalla storia e/o lasciate nel dimenticatoio, tra cui la scienziata IPAZIA, recuperata in piccola parte grazie al cinema, la Regina di Palmira ZENOBIA, l’unica donna della storia che ha avuto il coraggio di proclamarsi Imperatrice e di sfidare il Potere Maschile dell’Impero Romano, FRANCESCA BUSSA de’ LEONI, che ha dedicato la sua vita ai poveri ed è ricordata come Santa Francesca Romana, BEATRICE CENCI, decapitata per aver ucciso il padre e diventata poi eroina popolare, MARIA MONTESSORI, che ha rivoluzionato la Pedagogia nel mondo creando le basi educative della rivoluzione tecnologica di questo secolo, EMMA CARELLI, la prima Sovrintendente di un Teatro Lirico nel mondo completamente e sistematicamente cancellata dalla storia (ha diretto il Teatro dell’Opera dal 1912 al 1926 rendendo grande il Teatro e creando il rapporto storico con l’Arte Contemporanea e le Avanguardie Artistiche del primo Novecento, ANAIS NIN, la scrittrice statunitense anticonformista, considerata una delle autrici più controverse del Novecento, CARLA LONZI, scrittrice e critica d’arte, teorica dell’autocoscienza e della differenza sessuale che ha influenzato il pensiero femminista in Italia con il suo libro “Sputiamo su Hegel” (nel 1970 con l’artista d’Arte Contemporanea Carla Accardi, che con la sua pittura ha contribuito dal 1947 all’affermazione dell’Astrattismo in Italia, e con la giornalista Elvira Banotti, ha pubblicato il Manifesto di Rivolta Femminile e promosso la differenza contro la rivendicazione dell’uguaglianza, la critica verso l’istituto del Matrimonio, il riconoscimento del lavoro delle donne come lavoro produttivo, la centralità del corpo e la rivendicazione di una sessualità soggettiva e svincolata dalle richieste maschili), Lucrezia Borgia, una delle figure femminili più controverse del Rinascimento Italiano.

Staff organizzativo ed artistico della Festa delle 7 Arti, alla presentazione presso la Sala Stampa degli Esteri

redazione

 

FESTA delle 7 ARTI : 1 e 2 agosto no stop performing art nel rione Monti a Roma ultima modifica: 2018-08-09T16:02:23+00:00 da Antonietta Di Vizia