Chiude il cinema “Pidocchietto” in viale delle Province

Degrado capitale

alt tag pidocchietto
Il Pidocchietto Photo© 2018 Gilly Fleps

Servizio fotografico della nostra inviata Gilly Fleps

Lunedì 8 ottobre 2018 una gran folla di cinefili e residenti si è radunata davanti al “Pidocchietto” ovvero il Cinema delle Provincie d’Essai, a due passi da piazza Bologna, per protestare contro la mancata riapertura, il 1 ottobre scorso, del famoso punto di ritrovo di tutti gli amanti dei film d’autore della città e degli abitanti del quartiere di Piazza Bologna.

Il Pidocchietto Photo© 2018 Gilly Fleps

Il cinema era stato chiuso lo scorso maggio per dei lavori di adeguamento del sistema anticendio, ma don Manlio Asta, nuovo parrocco della chiesa di Sant’Ippolito, proprietaria della struttura da circa 300 posti, ha comunicato recentemente la decisione di non riaprirlo, domenica scorsa dopo la messa. Due le motivazioni che hanno portato a questa scelta: la prima gli evidenti conti in rosso; la seconda la cronica carenza di spazi per organizzare meeting e conferenze.

alt tag pidocchietto
Il Pidocchietto Photo© 2018 Gilly Fleps

Immediata la reazione dei frequentatori del cinema che hanno lanciato subito una petizione change.org rivolta a Papa Francesco, alla sindaca Raggi e al capo del governo Conte, trovando da subito una grande adesione. E’ stata aperta anche una pagina facebook : No alla chiusura del Pidocchietto delle Pronvicie chiamando a raccolta per una protesta che si è svolta ieri davanti il cinema alle 18.30.

Si prospetta così la chiusura definitiva di un’altro luogo di cultura come in precedenza è stato per il cinema Maestoso, all’Alberone mentra sono a attualmente rischio il cinema Royal e il Reale.

Alessandro Lisci

alt tag pidocchietto
Il Pidocchietto Photo© 2018 Gilly Fleps
Chiude il cinema “Pidocchietto” in viale delle Province ultima modifica: 2018-10-10T08:01:59+00:00 da Alessandro Lisci