Ballottaggio amministrative del 19 giugno a Roma

Elezioni amministrative 2016 per il Comune di Roma

Mancano meno di 6 giorni al ballottaggio decisivo tra Giachetti e la Raggi

Tra meno di sei giorni sapremo ufficialmente chi sarà il vincitore del ballottaggio che decreterà il prossimo sindaco di Roma, e tra i due contendenti gli argomenti chiave sembrano diventati due, i prossimi giochi olimpici del 2024 e lo stadio della Roma. ballottaggioGià perché in una città che si ritrova in ginocchio, dopo essere stata anche commissariata, a quanto pare ciò che più importa ai cittadini, almeno secondo la stampa, sono questi due argomenti, che di per sé sono estremamente importanti per l’economia della capitale, ma che non possono essere ritenuti fondamentali per decidere il futuro sindaco al ballottaggio del 19 giugno 2016. L’argomento dei giochi olimpici, in particolare in casa del Partito Democratico, è molto sentito, e si sta provando in tutti i modi a convincere l’elettorato di quanto i giochi olimpici possano essere essenziali per Roma, ponendo addirittura il ballottaggio come una sorta di referendum su chi è favorevole e chi è contrario. Ciò che però non è stato ben spiegato, e che in molti non hanno capito, è che Roma non ha vinto l’investitura per i giochi olimpici per il 2024, ma si discute quindi solamente se presentare o meno la candidatura per i giochi, per poi giocarsela contro le città di Los Angeles, Parigi e Budapest. Un punto di vista differente se spiegato in questo modo, anche perché si sta dibattendo praticamente di possibilità e non di realtà. L’altro nodo caro ai romani è lo stadio della Roma, voluto fortemente dai tifosi giallorossi, meno amato dagli ambientalisti. Inizialmente i due candidati avevano  posizioni diverse, con Giachetti favorevole e la Raggi contraria, anche se la cinque stelle sembra aver parzialmente ritrattato la sua posizione. Il nodo centrale dello stadio è la sua posizione, ossia Tor di Valle. Sembra infatti che la zona sia a rischio esondazione, e che una struttura del genere non rientri nel piano regolatore della città. A pochi giorni dal ballottaggio quindi, sembra si discuta di tutto ciò che è superfluo e meno su quello di cui questa città ha realmente bisogno. Temi come i mezzi pubblici, la sicurezza e la sporcizia sembrano passati inspiegabilmente in secondo piano, quando invece dovrebbero essere prioritari. L’unica cosa certa e che i cittadini romani sono stanchi, e vogliono risposte chiare e immediate per fermare il declino della città.

Articolo di Cristiano Morelli

Summer Nignt Party

Ballottaggio amministrative del 19 giugno a Roma ultima modifica: 2016-06-13T09:22:03+02:00 da Cristiano Morelli