Serie A: Parma- Roma 2-0

La cronaca dell'incontro a cura di Maurizio Rosi

alt tag Parma Roma

L’incontro di serie A Parma-Roma  commentato dalla cronaca di Maurizio Rosi, socio dello storico club Roma Testaccio

Parma-Roma 2-0

Una splendida giornata di sole accoglie le due formazioni che scendono in campo, la partita inizia subito in modo vivace. Neanche passano due minuti e Dzeko riceve da centrocampo un pallone a scendere che non riesce a deviare con forza in porta e il portiere parafacilmente. Al 3’ minuto c’è un fallo in area su Pellegrini che stava calciando in porta, sembrava rigore evidente a velocità di gioco normale ma il Var non interviene e le proteste romaniste non sono veementi, forse il fallo non c’era, andrà rivista meglio l’azione almeno per togliersi il dubbio. Si può dire che la Roma stava facendo la partita ma, all’ottavo minuto, esce fuori un contropiede che porta a un cross dalla fascia e alla conclusione al centro da parte di Mihaila, il quale segna un gol facile facile, su cui Pau Lopez può poco e niente, è preso in controtempo e il tiro è teso e di prima intenzione. Penso che un minimo di colpa la si possa addossare a Peres che mentre tutta la difesa era scattata verso la propria area, lui ripiegava al piccolo trotto, rimanendo staccato e invece sarebbe servito per togliere spazio al centro; a sua discolpa c’è da dire che la Roma era in superiorità numerica a difendere e ha subito comunque gol. Sia al 22’ che al 25’ Dzeko subisce fallo ma la Roma non sfrutta nulla sulle palle inattive, né riesce a far partire un’azione pericolosa, né riesce a concludere in porta in modo pericoloso. La Roma è quella che continua a costruire azioni e a costringere il Parma alla difesa, però non arrivano azioni nitide che possano impensierire il portiere avversario, i tiri fatti sono tutti fori misura o alti. Nel secondo tempo al 52’ c’è un’altra azione di contropiede del Parma, nata in modo pure fortuito a causa di un rimpallo e fatalità, Ibanez è costretto a chiudere su Pellè in modo non pulito e l’arbitro da il rigore ai padroni di casa. Il rigore è abbastanza generoso e visto quello non dato ai giallorossi  nel primo tempo pare che l’arbitro abbia usato due differenti metri di giudizio. Hernani trasforma ed è 2-0. La Roma delle occasioni per riprendere la partita che capitano sui piedi di El Shaarawy e di Peres ma il gol non arrivano. Al 75’ c’è un’altra punizione dal limite dell’area per fallo su Peres ma Pellegrini non riesce a far meglio di tirare forte sulla barriera. C’è la girandola di cambi nella Roma ma la sostanza non cambia, da sottolineare solo l’esordio di Reynolds, la cui prestazione oggi la definirei incolore ma non è una colpa da fargli, speriamo che si dimostri l’alternativa valida a Peres. La Roma, probabilmente era un po’ stanca avendo giocato giovedì, ma tolto questo, manca di quei giocatori che fanno la differenza. Non voglio addossare la sconfitta di oggi all’arbitro ma la lettera che la Roma ha scritto alla Lega per avere spiegazioni sul rinvio della partita tra Juve e Napoli, mi lascia pensare. E’ un peccato aver perso oggi, i tre punti erano importantissimi per la classifica e invece li abbiamo lasciati al Parma. Villar oggi era fuori condizione e Dzeko doveva ritrovare il ritmo partita, in più concedi un Bruno Peres in campo agli avversari e poi paghi pegno.

© Maurizio Rosi

https://www.associazioneitalianaromaclub.it/roma-clubs/testaccio/

Serie A: Parma- Roma 2-0 ultima modifica: 2021-03-14T19:05:45+01:00 da Alessandro Lisci