Al Conservatorio ” Ottorino Respighi ” di Latina, parte il festival ” Le forme del suono”

Al Conservatorio Ottorino Respighi di Latina, parte da oggi Il Festival musicale dal titolo “Le forme del suono”, giunto alla sua ottava edizione, Il direttore Paolo Rotili ci racconta la diversa formula con cui quest’anno l’Istituto fra le eccellenze del Lazio, ha pensato e concepito il calendario di appuntamenti.

il Conservatorio Ottorino Respighi di Latina

Il primo dal 4 al 6 maggio è il “Progetto Delange” con un docente di saxofono al Conservatorio superiore di Parigi, con tre incontri di tre giorni ciascuno fino alla realizzazione del concerto finale che quest’anno verrà replicato anche a Roma.
Poi sarà la volta del “ Premio delle arti”, un appuntamento voluto dal Ministero dell’ Istruzione e Università Ricerca, un premio organizzato fra i versi e migliori Conservatori Italiani, dove appunto i conservatori si misurano e si confrontano con altre realtà e quest’anno Latina presenta la specialità in Percussioni.
Tanti i seminari in programma relativi a corsi di formazione che vedono salire in cattedra artisti di elevato spessore e figure storiche nella didattiche mondiale all’Ottorino Respighi nel corso del mese di Maggio, in maniera particolare viene evidenziato il corso di formazione di “ Esperto informatico” organizzato dal Maestro Emanuele Pappalardo.
Appare dunque evidente, come relazione il direttore dell’Ottorino Respighi, che in questa ottava edizione, come il festival si arricchisce di Formazione che vede sia la metodologia e grandi figure di artisti e solisti presenti. Un festival che vede come protagonisti anche i piccoli con le musiche per l’infanzia.

Nel concerto del 24 maggio infatti, “ Il fanciullo e gli incantesimi” del Freon ensemble sarà diretto da Stefano Cardi, nel quale l’enfant et les sortileges di Ravel sarà il pre-testo di una elaborazione musicale da parte di figure della composizione come Corghi, Mauro Cardi, D’Amico e Castagnoli.
L’idea della formazione dai primi anni fino al virtuosismo è quanto di meglio si possa esprimere nel concerto del 27 maggio, intitolato “ Acqua Terra e Fuoco” che vedrà l’esibizione di bambini dai 7 ai 10 anni, l’epilogo di un laboratorio per l’infanzia, alla scoperta del proprio strumento, che conta ormai da tre anni al Conservatorio Ottorino Respighi di Latina, e che tende a sviluppare le capacità cognitive e creative del bambino. Proprio in questo momento musicale del 27 maggio, un orchestra di circa 60 piccoli bambini suoneranno strumenti, realizzando una vera e propria musica contemporanea.

Un altro imperdibile appuntamento è quello dell’8 maggio con la violinista Rebecca Raimondi, poi il 10 al Teatro d’Annunzio con le percussioni di Ars Ludi, gruppo di riferimento del panorama italiano della musica contemporanea e che quest’anno festeggia i 30 anni di attività, il 15 sarà la volta del saxofono di Filippetti insieme alla chitarra di Tallini e la viola di Sanzo, il 18 sempre le percussioni con Flavio Tanzi e il 22 ha il suo massimo con la perfomance realizzata in giardino e ideata da Simone Pappalardo insieme a Simone Alessandrini e Ermanno Baron.

Lorella Iaci

Al Conservatorio ” Ottorino Respighi ” di Latina, parte il festival ” Le forme del suono” ultima modifica: 2017-05-04T11:30:58+01:00 da Lorella Iaci