La Vigna D’Argento approda a Roma

Un grande evento di inizio autunno 2019. Il Premio “Vigna d’Argento” per la prima volta approda a Roma. La celebre manifestazione salentina si è svolta, in edizione straordinaria giovedi 26 settembre presso la Camera dei Deputati “Sala della Regina”, promossa in collaborazione con l’Associazione pugliesi nel mondo. Ideata e organizzata da Pino Lagalle, la kermesse è giunta quest’anno alla settima edizione. Negli anni ha premiato, personalità dello spettacolo, delle istituzioni e della cultura, come Nicola Piovani, Stefano Bollani, Mons. Marco Frisina, Al Bano, Giuliano Sangiorgi, il violinista Alessandro Quarta, Enzo Garinei. Nell’edizione estiva, che si è svolta lo scorso 22 giugno a Lecce, sono stati insigniti del prestigioso riconoscimento, il celebre soprano Chiara Taigi, che ha omaggiato il pubblico presente con una sua interpretazione di “Se”, tema d’amore di Nuovo Cinema Paradiso, Sua Eminenza Reverendissima Cardinal Salvatore De Giorgi, l’ematologo Nicola Di Rienzo e tanti altri. In questa edizione romana è stato invece consegnato a Pippo Baudo,

Lino Banfi,

Maria Paola Sapienza, moglie di Armando Trovaioli, in ricordo del marito, il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano, il colonnello dei Carabinieri Antonio Buccoliero, il M° Luigi Lanzillotta, violoncellista, docente di conservatorio e fondatore dell’orchestra “Roma Sinfonietta”, il violinista Marco Misciagna . A condurre insieme al patron della Vigna D’Argento, Pasquale Mastracchio dell’Associazione Pugliesi nel Mondo, il caporedattore del Tg regionale della Puglia, Attilio Romita, con la partecipazione dell’Avv. Giorgio Assumma, presidente del Comitato d’onore del Premio. Nel parterre diversi nomi del mondo della musica come Luca Pincini, Anna Chulkina, Mario Gentili e Alessandra D’Andrea, del mondo della cultura come il Prefetto Fulvio Rocco De Marinis, la ricercatrice Alessandra Fierabracci e l’Avv Laura Frattari dell’Associazione Maria Cristina di Savoia, e della moda come lo stilista Pino Cordella. In sala, Angela Baldassini, compagna del grande Gino Bramieri, con il sensitivo Craig Warwick,

ad applaudire i sette vincitori. «È un’occasione importante per creare un trait d’union tra la nostra regione e la Capitale per promuovere arte, tradizione, territorio, eccellenze, talenti e per riconoscere i meriti e la memoria delle cose e delle persone che hanno contribuito e che contribuiscono alla nostra crescita culturale e civile», sottolinea Lagalle. Durante l’evento è stato presentato il libro – scritto da Giuseppe Grecucci, Angelo Cappello e dallo stesso Lagalle, edito dal Raggio Verde – che racconta la storia della Banda di Squinzano “Ernesto e Gennaro Abbate”. La vigna d’argento è un’opera artistica simbolo di territorio e arte della Puglia, realizzata dall’illustre scultore Ugo Malecore, originario di Lecce e scomparso nel 2013. La prossima edizione del Premio Vigna D’Argento si svolgerà il 20 giugno 2020 in Piazza Duomo a Lecce.

 

Lo stilista Pino Cordella ci parla della moda autunno inverno 2019 e della sua attività in Puglia e nel mondo

 

 

La Vigna D’Argento approda a Roma ultima modifica: 2019-09-27T17:48:03+01:00 da Federica Pansadoro