Riparte la stagione del Teatro Lo Spazio interessante cartellone 2018/19

alt tag lo spazio
Francesco Verdinelli al Teatro Lo Spazio

Si inaugura oggi primo ottobre il Cartellone  2018/19 del Teatro LO SPAZIO, con la direzione artistica di Francesco Verdinelli. 

Un nuovo inizio con la stagione 2018/2019 per trasmettere emozioni, in un luogo magico carico di energia in grado di trascinare gli artisti amplificando la magia dell’attimoAl via domani l’undicesima stagione del Teatro Lo Spazio. Oltre 30 gli spettacoli in scena tra drammaturgia italiana, musica, teatro civile e nuovi autori. Tanti gli artisti che si alterneranno sul palco, dalla Palma d’oro al Festival di Cannes Marcello Fonte a Gianni De Feo, da Ulderico Pesce a Pino Ammendola e Blas Roca Rey.

Il Teatro Lo Spazio si conferma un palcoscenico per la drammaturgia, il teatro civile, la danza, il musical, la letteratura, la musica. Diretto da Francesco Verdinelli (compositore, musicista, regista) Lo Spazio è un luogo aperto alle nuove drammaturgie, alla sperimentazione, con una capacità unica di cambiare e trasformarsi a seconda delle esigenze degli artisti in scena. Ma Lo Spazio è anche un luogo di grande fermento culturale, nel quale le attività non si limitano allo spettacolo, un laboratorio di idee e progetti teatrali e musicali, che spesso nascono in occasione di un aperitivo, un drink  o un concerto. Tante le novità della stagione 2018-19, come ad esempio SPACE 4 MUSIC, un’area interamente dedicata alla musica, ai concerti e ai progetti musicali.

alt tag lo spazio
Francesco Verdinelli

Il Teatro Lo Spazio  – afferma Francesco Verdinelliè un teatro con una forte identità, un teatro che mette in scena in primis, da sempre, gli autori contemporanei, che siano storie dell’oggi o storie del passato. Riflettere, divertirsi, emozionarsi, talvolta riconoscersi nelle rappresentazioni sulla scena. Un filo invisibile che lega le infinite identità di chi vive l’oggi, attento alle sfumature della vita. Il Teatro Lo Spazio è un percorso nell’oggi, pronto a ‘sentire il mondo’ sensibile alle nuove idee che hanno creato ‘tendenza’. Divenire altro ancora, per cambiare, restando fedeli alla nostra identità, in un movimento mai uguale a sé stesso, come in un grande racconto il cui sviluppo racchiude l’imprevedibile…

Si comincia il  1  ottobre con Armando De Ceccon, autore, interprete e regista di RIFIUTI UMANI, musiche originali eseguite dal vivo del maestro Francesco Petrucci, in scena fino al 6.  Un’indagine clinica e tragicomica sulla crisi dell’uomo contemporaneo. In un fuoco d’artificio di risate che mirano a irretire l’intelligenza dello spettatore, la parola diventa farmaco, cura.

Dal  23 al 28 ottobre è di scena Gianni De Feo con lo spettacolo musicale da lui diretto e interpretato CHAPEAU! OVVERO, I MISFATTI DELL’ISTINTO DAL KABARETT BERLINESE A FABRIZIO DE ANDRÉ, di  Roberto Russo. Musiche originali di Francesco Verdinelli, voce off di Edoardo Siravo. Un’immaginifica società/alveare dove controllo e repressione sulle vite, sulle coscienze e sulle emozioni degli individui vengono esercitati in maniera sempre più autoritaria.

Novembre si apre al’insegna del Musical con MAD WORLD di Tommaso Capolicchio, in scena dal 6 al 17, con Simone Farinon, Alessandro Giuggioli, Maria Vittoria Cozzella, Francesco Polizzi, Luca Attadia, Emma Gordon, regia di Christian Angeli e Tommaso Capolicchio, direzione musicale di Barbara Eramo. 

A dicembre, dal 4 all’8, è la volta di PRANZO A CASA DEI MIEI, di Laura Girolami. Con Fabio Galadini, Manuela Morabito, Jacopo Fazzini, Roberta Aiolfi, regia di Fabio Galadini. Quella che doveva essere una piacevole domenica in famiglia diventa una guerra, combattuta a colpi di parole, in cui nessuno pare essere come sembra e dove nessuno è davvero innocente.

alt tag lo spazio

Il 18 e 19 dicembre è in programma ROMA CRIMINALE. Fatti & misfatti di una Banda, di Antonio Turco e Salvatore Buccafusca, con Salvatore Buccafusca, Fulvia Lorenzetti, Gaetano Carbone, adattamento e regia di Francesco Sala. Idroscalo di Ostia 1975. I ragazzi di vita di Pasolini. Corruzioni, infiltrazioni, perizie psichiatriche faranno parlare ufficialmente della banda della Magliana.

IL CORAGGIO DELLA LEGALITÀ: PAOLO BORSELLINO è di scena il 20 dicembre, con Alfonso Canfora, Arcangelo Iannace, Clara Morlino, Angelo Calabria, Cosimo Rega, adattamento scenico e regia di Antonio Turco e Cosimo Rega, Musicisti: Paolo Petrilli (fisarmonica), Gianfranco Santucci (voce e tammorra), Antonio Turco (chitarra), Roberto Turco (basso e chitarra), Lucio Turco (batteria). Un omaggio a Giovanni Falcone e Paolo Borsellino che hanno interpretato sino alla fine il ruolo di “servitori dello Stato” con una dignità e un’”onestà di principi” fuori dal comune. 

Il 2019 si apre all’insegna dei testi vincitori del Concorso Corti Teatrali “Autori nel cassetto, attori sul comò” del Teatro Lo Spazio con  LA MAGGIORE ETA’ (in scena il 10 e 11 gennaio), testo II° classificato, con Giovanni Cordì, Lidia Miceli, Rocco Piciulo, testo e regia di Andrea Ruggieri. Un artista si ritrova a confrontarsi con le proprie aspirazioni e con il proprio desiderio di affermazione. Il confronto con il mondo circostante è schiacciante e al tempo stesso inascoltato. 

Vincitrice del Premio come miglior attrice al concorso Corti Teatrali “Autori nel cassetto, attori sul comò” del Teatro Lo Spazio 2018, Anna Piscopo sarà in scena dal 21 al 23 febbraio con il suo MANGIA!  Il confuso e tragicomico stream of consciousness di una giovane meridionale allo sbando, che sogna di affrancarsi dalla provincia in cui è nata per diventare la donna che ha sempre sognato. Il 2 marzo invece sarà la volta del III classificato al concorso Corti Coreografici del Teatro Lo Spazio 2018 MEMENTO, coreografia di Giacomo Perfetti, con Francesca Leone, Francesca Di Giovannantonio, Dania Evengelista, Giovanna Antonelli, Giacomo Perfetti. È possibile vivere in un mondo dove la libertà è protagonista, dove le strade sono dirette da un’idea senza infrastrutture, dove tempo e spazio sono uniti dalla forza di un canto popolare?

Anche in questa stagione Ulderico Pesce sarà in scena a Lo Spazio, dal 12 al 16 marzo, con un  suo lavoro, per il quale ha scelto rigorosamente di non fare nessuna anticipazione.

Pino Ammendola e Carla Cucchiarelli firmano dal 2 al 6 aprile MONNA LISA UNPLUGGED, con Maria Letizia Gorga, la regia di Pino Ammendola, al piano Cinzia Pennesi. La Gioconda e un pianoforte… ascoltando le note, Monna Lisa prende coscienza di sé, si libera della tela che la imprigiona e si racconta al pubblico.

Il III classificato al concorso Corti Teatrali “Autori nel cassetto, attori sul comò”  SOPRA, NOI, di e con Marco Zicari e Deborah Ponzo e la regia di Marco Zicari sarà in scena il 3 e 4 maggio. Tra i sedili di una macchina qualsiasi si consuma l’amore di Vincenzo e Stella che, per paura di dirsi tutto, arrivano ad una incomunicabilità buffa e poco sensata.

alt tag lo spazio
Marcello Fonte

Grande attesa dal 6 all’8 maggio per  Marcello Fonte, Palma d’oro al Festival di Cannes per la sua interpretazione in Dogman di Matteo Garrone, in scena nello spettacolo di Valentina Esposito FAMIGLIA con Alessandro Bernardini, Christian CavorsoChiara Cavalieri, Matteo Cateni, Viola CentiAlessandro Forcinelli, Gabriella Indolfi, Piero Piccinin, Giancarlo PorcacchiaFabio Rizzuto, Edoardo Timmi, Cristina Vagnoli   con una compagnia composta in parte da ex detenuti attori della Compagnia Fort Apache Cinema Teatro.  In occasione del matrimonio dell’ultima e unica figlia femmina di una numerosa famiglia tutta al maschile, si riuniscono nuovamente tre generazioni di persone legate da antichi dolori e irrisolte incomprensioni. La cerimonia diventa pretesto per rimettere sullo stesso tavolo i padri dei padri e i figli dei figli, e consumare una vicenda d’amore e d’odio, sospesa tra passato e presente, sogno e realtà…   

E dal 9 all’11 maggio  sarà la volta del I classificato CIOCCOLATO ALL’ARANCIA, di Martina Gatto e Dafne Rubini, con Martina Gatto e la regia di Dafne Rubini. Una ragazza ansiosa di prendere la scelta giusta. Per il gelato e per la vita. Perché, per riconoscere quel che ci piace davvero dobbiamo avere il coraggio di assaggiare quel che non ci piace.

A chiudere la ricca stagione de Lo Spazio sarà, dal 23 al 25 maggio, PRIMMA E MO’ – Epica Popolare di un Viaggio (I classificato al concorso Corti Coreografici del Teatro Lo Spazio 2018), coreografie di Viola Centi e Donatella Centi. Il racconto di un viaggio, di uomini della riva, uomini del porto con le loro storie. Un moderno adattamento dell’epico Nostos di Ulisse, mentre le danze popolari scandiscono il tempo rituale.

Per la stagione 2018-2019 la possibilità di abbonarsi a 5 spettacoli al costo di 39 euro.  Gli spettacoli serali avranno inizio alle 20.30.

Redazione

Riparte la stagione del Teatro Lo Spazio interessante cartellone 2018/19 ultima modifica: 2018-10-01T12:44:18+00:00 da Antonietta Di Vizia