Marina Corazziari i suoi gioielli illuminano lo Stadio di Domiziano

Marina Corazziari ha festeggiato con successo i suoi trent’anni di attività, il 28 gennaio a Roma, nel Calendario di AltaRoma, Sezione “In Town”. Belle, davvero belle le sue creazioni, ispirate ad una Roma Barocca, che continua ad incantare il pubblico femminile di ieri e di oggi. Anna Fendi, ospite d’onore del vernissage di Marina Corazziari, è stata lei ad inaugurare la suggestiva mostra, nei recuperati spazi dello Stadio di Domiziano a Piazza Navona. Dopo il taglio del nastro, molte interviste e foto per celebrare l’inizio dell’evento. Le creazioni della talentuosa Marina Corazziari sono state indossate da eteree modelle che hanno sfilato sul red carpet tra i flash dei fotografi. Gli ospiti hanno potuto ammirare, tra retaggi del passato, installazioni d’arte e tableau vivant, le creazioni più esclusive e significative realizzate durante la carriera di Marina. Un tributo prestigioso, ideato per rendere omaggio ai suoi trent’anni di attività. A catturare l’attenzione e i sogni di giornalisti, fahion blogger e ospiti d’onore intere parure di gioielli, realizzate con ambre, perle, giade, corniole, ametiste, madreperle, coralli, topazi e acquemarine, incastonate in lastre d’argento e d’oro, rigorosamente lavorate a mano.
Lo stile eclettico e mediterraneo di Marina Corazziari che fonde il neo-etnico con il liberty, il barocco con il post-industriale, si è contrapposto alle grandi installazioni d’arte “Camouflage” in stile “Pop” di Guido Corazziari, precursore della Video Art e Fondatore di “Art Tapes ‘22”. Il testo “E Duplice il Sogno” della scrittrice Fiammetta Jori, ha deliziato gli intervenuti cadenzando i tempi del vernissage. Partner dell’evento i Pregiati Vini della Cantina Feudo Luparello. Shooting fotografico a cura di Carlo Tosti. Un bel inizio per il Calendario di AltaRoma e per tutti gli appassionati dei gioielli.

Articolo di Antonietta Di Vizia

Marina Corazziari i suoi gioielli illuminano lo Stadio di Domiziano ultima modifica: 2016-01-29T19:13:35+02:00 da Antonietta Di Vizia