La casa della cultura, questo l’obiettivo finale del neo candidato a sindaco Antonio Guido

alt tag la casa della cultura
Antonio Guido

La casa della cultura, questo l’obiettivo finale. Il neo candidato a sindaco delle prossime amministrative di Aprilia, Antonio Guido della lista “ Ripartire Aprilia”, lancia idee e programmi anche sul tema degli eventi a cominciare da quelli che animeranno l’estate Apriliana.

Dopo le polemiche sollevate da più parti sul Comitato Grandi Eventi del Comune, anche lui dice la sua:  “In questi anni – commenta Guido – il Comitato Grandi Eventi è risultato un organismo troppo oberato, perché chiamato a gestire un’immensa mole di eventi e non solo quelli più importanti per la città. Ciò ha reso il Comitato un organismo poco agile, non sempre in grado di garantire una riuscita ottimale delle singole manifestazioni. Non è detto che la soluzione sia quella di eliminare il CGE, ma ripensarlo, lasciando ad un gruppo ristretto e selezionato di persone esperte nell’ambito culturale, musicale, sportivo e di intrattenimento, il compito di operare le scelte in relazione a eventi più importanti, come ad esempio la festa di San Michele e il Natale Apriliano, sotto la guida e il controllo dell’amministrazione. A relazionarsi con le associazioni dei carristi, raccolte sotto la sigla dell’ABCA, sarà invece l’amministrazione, che per garantire l’ottimale riuscita dell’evento, senza brutte sorprese né per la città né per gli operatori che ogni anno donano la propria arte, concorderà nei mesi precedenti l’ammontare del contributo pubblico che servirà a coprire il costo dei carri, da realizzare tenendo conto della sicurezza e delle norme che regolano quel particolare ambito.” Un bando pubblico per la scelta delle associazioni e degli eventi che animeranno l’Estate Apriliana e un comitato ad hoc che si occupi solo ed esclusivamente degli eventi più importanti per la città. Il candidato sindaco della lista Ripartire Aprilia Antonio Guido, ripensa alla gestione degli eventi socio- culturali della città di Aprilia, adottando come linee guida la trasparenza e una gestione ottimale delle risorse, per garantire qualità ed economicità.
“Nonostante la carenza di risorse, non possiamo chiudere la cultura in un cassetto, commenta ancora Antonio Guido,  e la sfida per un buon amministratore dovrà essere quella di trovare il giusto equilibrio tra economicità e qualità. La nostra idea è quella di creare la Casa della Cultura,  per insegnare a pensare, per capire meglio come relazionarsi, partendo dal rapporto che c’è tra “noi stessi ed il mondo esterno”.

Game Job T.O

Lorella Iaci

La casa della cultura, questo l’obiettivo finale del neo candidato a sindaco Antonio Guido ultima modifica: 2018-01-23T08:50:47+02:00 da Lorella Iaci