“Global Strike for future”, agite non twittate

Alt text Global Strike for future

Global Strike for future” è una manifestazione che dovrebbe stare a cuore a tutti noi, ma nella realtà dei fatti, così non è. Greta Thunberg ha avuto il coraggio di sbatterci in faccia, per l’ennesima volta, un problema che facciamo finta che non esista, ossia il mutamento climatico e le sue conseguenze. Un argomento che da un lato ci interessa, ma che dall’altro ci sfiora poco, perché a parte mettere qualche like dove capita e postare hasthag per farci belli, quello che realmente si fa è insufficiente visti i risultati.

Prendiamo ad esempio Roma, una delle città più belle del mondo, ma che ormai vive un declino lungo anni e fatica a stare al passo con le altre capitali europee, che mentre diventano sempre più green, Roma diventa al massimo più grey. Questo accade sia per l’incompetenza di chi governa, ma anche per colpa dei cittadini di Roma, che molte volte non sembrano amare la propria città, ma anzi, contribuiscono ogni giorni a ferirla.

Alt text Global Strike for future

Quello che Greta Thunberg ci ha insegnato, attraverso la sua singolare protesta, e che il mondo cambia tramite i piccoli gesti quotidiani, e che sono proprie queste piccole accortezze che possono salvaguardare l’ambiente, il pianeta Terra e Roma stessa. Chi di noi non ha mai buttato una carta per terra, o evita di fare la raccolta differenziata perché troppo complessa? Ancora peggio, usa l’auto per andare anche al bar che si trova a cento metri da casa? Tutti atteggiamenti superficiali che non creano altro che danni per l’ambiente e per noi stessi, perché fregandocene di questi piccoli gesti, non facciamo che peggiorare la situazione, voltandoci per di più dall’altra parte, giustificandoci con la solita frase: «Tanto lo fanno tutti.»

Se realmente vogliamo il cambiamento, se veramente vogliamo una città più pulita è meno inquinata, il cambiamento vero deve partire da noi, perché come ci insegna Greta Thunberg, abbiamo certamente bisogno della speranza, ma l’unica cosa di cui abbiamo bisogno più della speranza è l’azione.

RomaOggi.eu

Interesting news for interesting people”

“Global Strike for future”, agite non twittate ultima modifica: 2019-03-15T10:40:23+02:00 da Cristiano Morelli