Presentato a Banca Generali Private, il nuovo libro di Arturo Diaconale

Presso la sede di Roma di Banca Generali Private( www.bancageneraliprivate.it), è stato presentato l’ultimo testo letterario del giornalista e direttore de “L’Opinione delle Libertà”, Arturo Diaconale. In questo libro libro “Santità! Ma  possiamo continuare a dirci cristiani?” Diaconale sostiene la tesi che, se la Chiesa resiste da oltre duemila anni, è perché ha avuto la capacità di adattarsi ai cambiamenti del mondo in cui ha operato. Papa Bergoglio, da buon gesuita cresciuto a pane, peronismo e terzomondismo anticolonialista e anticapitalista, si è spinto più in là dei suoi predecessori, fino a trasformare l’istituzione inventata da San Paolo nella più grande Ong (senza navi) del pianeta, specializzata nel terreno del politicamente corretto. Abbracciando un modello globalista e pauperista di multiculturalismo e immigrazione incontrollata, il cristianesimo sembra voler abbandonare il suo bimillenario legame con l’Occidente per diventare una sorta di sincretismo buonista universale. Ma – scrive Diaconale – rinunciare alla propria identità, proprio nel momento in cui non solo il radicalismo islamico ma l’intero mondo dell’Islam usa il proprio mastice religioso per lanciare la propria offensiva di rivalsa e di reconquista nei confronti dell’Occidente, significa arrendersi prima ancora di combattere. Tutto questo, viene presentato come una svolta progressista diretta al dialogo con le altre religioni monoteiste. In realtà, si tratta di una scelta regressiva che finisce con il cancellare quel tratto identitario della civiltà occidentale – cioè la libertà individuale e la separazione tra Stato e Chiesa – che è una delle componenti indispensabili del cristianesimo. Può, si chiede l’autore, un laico liberale continuare con Benedetto Croce a dirsi cristiano? E come può farlo, se il massimo rappresentante della cristianità respinge e ripudia la metà della propria identità?

Alla presentazione hanno partecipato  Andrea Petrangeli (Private Banker Banca Generali Private)che ha introdotto la conferenza , moderata poi dal giornalista Alfredo Mosca.
Gli interventi sono stati di Alessandra Necci (Docente Luiss e Scrittrice),  Maurizio Gasparri (Senatore della Repubblica), Andrea Mancia (giornalista)
Conclusioni Arturo Diaconale 

Tra il pubblico intervenuto, il giornalista Ruggiero Capone, Avv. Alessandra Ciommei, Avv. Sara Di Ferrante, Laura Beretta dell’Accademia Togliani, la Dr.ssa Elena Caliari, Paola Puteo, l’On. Pier Ernesto Irmici, la giornalista Claudia Diaconale.

Brindisi finale, con i vini umbri della “Tenuta San Lorenzo Vecchio – De Luca”, Foligno (PG).

 

Arturo Diaconale
Alfredo Mosca
Andrea Mancia
Alessandra Necci e Alfredo Mosca
Presentato a Banca Generali Private, il nuovo libro di Arturo Diaconale ultima modifica: 2019-04-04T20:39:36+01:00 da Federica Pansadoro