Biennale di Venezia-La casa Empatica con la Ministra Maria Julia Muñoz

alt tag Maria Julia Muñoz
Maria Julia Muñoz Ministra in Uruguay di Educazione e cultura e Sylvia Irrazabal.

La Ministra di Educazione e Cultura in Uruguay, Maria Julia Muñoz alla Biennale per il diritto alla cultura di qualità, un diritto umano inalienabile.

Si è tenuta con grande successo  l’ inaugurazione del Padiglione dell’Uruguay alla 58 Biennale Internazionale d’Arte di Venezia.  Davvero tanti  i visitatori de La Casa Empatica, dell’artista Yamandú Canosa, curatori: Patricia Betancur e David Armengol, Commissario Alejando Denes.

L’idea vincente de La Casa Empatica nasce da una apertura dell’arte a tutte le culture e agli artisti.  Molto gradita la  presenza della Ministra di Educazione e Cultura, Maria Julia Muñoz, giunta in Italia anche per una lectio magistralis all’Ateneo Veneto l’8 maggio, sul diritto alla cultura di qualità come  un diritto umano, che dovrebbe consentire nel terzo millennio al mantenimento dei posti di lavoro azzerati dalle tecnologie e dalla informatizzazione.

La Cultura e le attività culturali come i grandi eventi, la  Biennale di Venezia ne è un esempio, creano tanti posti di lavoro- afferma la Ministra Maria Julia Muñoz per la realizzazione di questo importante evento internazionale lavorano migliaia di persone, e questo contrasta con l’idea che con la cultura non si mangia“.

Molto apprezzata da critici e pubblico anche la mostra inaugurata alla Galleria Contini di uno dei più famosi scultori dell’Uruguay Pablo Atchugarry, un artista molto amato nel mondo che  ha inondato di straordinarie opere la città veneziana. Di grande impatto la scultura La Serenissima esposta nel giardino di Ca’ Corner, che si affaccia sul Canal Grande, sede della Città metropolitana di Venezia, dove resterà esposta in occasione della Biennale d’Arte 2019. L’opera di Acthugarry è una scultura in marmo statuario di Carrara e rappresenta la figura astratta di un angelo protettore: un omaggio alla città realizzato con il più pregiato dei marmi italiani.

L’opera è stata presentata dallo stesso artista alla presenza del ministro della Cultura dell’Uruguay Maria Julia Muñoz e dell’ambasciatore in Italia Gaston Lasarte.  La scultura misura 4,45 metri in altezza, mentre nello sviluppo in profondità raggiunge i 110 centimetri per 75. È appoggiata su base metallica quadrata.

Insomma un momento importante per l’arte Uruguayana questo maggio 2019, che con la Biennale di Venezia trova la giusta  visibilità e gratificazione internazionale.

alt tag Maria Julia MuñozRedazione

 

 

 

 

Biennale di Venezia-La casa Empatica con la Ministra Maria Julia Muñoz ultima modifica: 2019-05-15T13:18:36+01:00 da Antonietta Di Vizia