Al Gemelli di Roma, un’aula dedicata al Prof. Gian Carlo Castiglioni

Il 15 gennaio, il Policlinico Gemelli dedicherà un’aula al Prof. Gian Carlo Castiglioni, illustre medico di questo Istituto, scomparso 26 anni fa. La figlia Elisabetta, giornalista, in un suo scritto vuole “ricordare la sua figura di estrema umanità e grande professionalità mossa da uno spirito unico di comunicazione con il paziente, severa deontologia e passione nella tecnica e capillare studio relativo alle nuove scoperte della medicina”.
Tra le tappe della sua significativa carriera, il contributo alla costruzione dei reparti chirurgici e alle sale operatorie del Gemelli; il primo trapianto di rene; l’attivazione del reparto di cardiochirurgia e dei centri di terapia intensiva nella clinica chirurgica; l’organizzazione, quale Rettore, della nuova facoltà di medicina dell’Università degli Studi di Ancona; il delicato intervento in seguito all’attentato di Giovanni Paolo II; il primo trattato sul pancreas.
Il suo insegnamento etico, sintetizzato in una nota prolusione, “Per i medici di domani” (1966), tuttora attuale nella formazione dei giovani studenti (ma applicabile unilateralmente a qualsiasi campo per la conservazione dell’integrità dei valori nelle relazioni sociali), metteva in guardia i futuri medici dalla disumanizzazione della medicina.

Al Gemelli di Roma, un’aula dedicata al Prof. Gian Carlo Castiglioni ultima modifica: 2020-01-13T21:03:58+02:00 da Federica Pansadoro