Danneggiato il monumento in memoria di tutte le vittime dell’Olocausto

Giornata della memoria

Alt tag Giornata della Memoria
Photo© 2020 Costa Pucci-

“La foto del giorno” di lunedì 27 gennaio 2020  è stata inviata dal nostro lettore Costa Pucci

Danneggiato il monumento in memoria di tutte le vittime dell’Olocausto, «Tutti potenziali bersagli» che ricorda la discriminazione nei confronti di ebrei, nomadi, omosessuali, immigrati e antifascisti sistemato nel 1995 nel quartiere Ostiense, all’incrocio della Piramide. La scultura composta di sagome erette come possibili bersagli, è stata danneggiata nella notte fra domenica e lunedì dai vandali, tagliando i perni di acciaio che l’ancoravano al basamento, nel…tentativo di rimuoverla.

Cinque figure di bersagli, ognuno con un triangolo, in rappresentanza delle categorie sterminate all’interno dei campi di concentramento: ebrei, nomadi, omosessuali, immigrati e antifascisti. Il monumento è luogo di passaggio di tante persone che quotidianamente entrano ed escono dalla limitrofa stazione metropolitana. Da più di vent’anni «Tutti potenziali bersagli», questo il nome dell’installazione, ricorda ai passanti l’atrocità dello sterminio nazista. Particolare anche la sua storia. «Inaugurato nel cinquantenario della Liberazione d’Italia, è stato il terzo monumento romano — dopo quelli dedicati a Giordano Bruno e a Walter Rossi — finanziato da associazioni, centri sociali e case occupate» come spiega Francesco Angeli. Una sorta di costruzione dal basso. Oggi il monumento fa parte del patrimonio artistico romano, con quei simboli che si riferiscono a tutte le minoranze sterminate: Stella di David per gli ebrei, triangolo rosa per gli omosessuali, triangolo marrone per i rom, triangolo azzurro per gli emigrati oppositori, triangolo rosso per i prigionieri politici. E la particolarità di essere l’unico monumento romano a rendere omaggio a tanti omosessuali morti a causa di discriminazioni.

Il commento di Pasquino

PORTA S. PAOLO

A Roma, qui se vede la memoria

de quelli da lì nazzi sterminati,

propio ner posto ‘ndove che la Storia

cià fatto vede lì bravi sordati

utóri de la prima resistenza

contro l’occupazzione, ‘a violenza.

Mó che succede ? Che quelli profili

messi p’aricordacce quer massacro,

de li fijacci de mignotta,vili,

ce li vonno sfascià: gnente più sacro

ma ‘sti (quanti?)

fetenti patentati,

ce l’anno propio guasi sderenati

27/1/2020, Romolaccio

Alt tag Giornata della Memoria
Photo© 2020 Costa Pucci-


La foto del giorno è la rubrica dei lettori di 
www.Romaoggi.eu  a cura del fotoreporter  Alessandro Lisci.  Invia la tua foto del giorno con whatsappal 3316379346 oppure alla seguente mail: alessandrolisci@yahoo.it con un titolo ed un breve testo.

Visita il sito : http://www.alessandrolisci.com

Danneggiato il monumento in memoria di tutte le vittime dell’Olocausto ultima modifica: 2020-01-27T20:29:39+02:00 da Alessandro Lisci