La Galleria Arte in Regola lancia “Io resto a casa io guardo da casa”

ALT TAG ARTE IN REGOLA

La Galleria Arte in Regola consapevole del ruolo dell’arte nella società, lancia un’insolita “Virtual Art Exhibition” dal titolo “IO RESTO A CASA IO GUARDO DA CASA”. L’esposizione, nel rispetto delle norme che vietano qualsiasi forma di aggregazione al fine di contenere la diffusione del COVID 19, si propone di coinvolgere ed avvicinare artisti da ogni latitudine del globo, in un momento catartico nel quale la distanza è veicolo di avvicinamento tra persone, unite dal bisogno di una rinascita, ossia una ri-evoluzione etica, morale e culturale a livello planetario.

alt tag arte in regola

L’imperativo è  rimettere in circolo le energie vitali. Solo l’arte in questo frangente storico può formulare nuove strategie comunicative, basate sull’antica funzione sacrale del dono, perché nel rito della creazione l’artista dona se stesso in un’esperienza sensoriale, emozionale e vibrazionale con il riguardante, come in una comunione di anime.

Grazie al web gli artisti potranno incontrarsi come in un tempo sospeso tra virtuale e reale, e far sentire la grande e universale voce dell’arte a sostegno dell’uomo in difficoltà, alla ricerca di nuovi punti di riferimento. L’artista, figura di raccordo dimensione terrena e spirituale è chiamato ad affiancare l’umanità in crisi di coscienza nell’esorcizzare la paura del morbo e dell’untore. La routine interrotta dalla pandemia coinvolge ognuno di noi nel rielaborare il concetto di “normalità”, a riconsiderare abitudini, amicizie, viaggi, lavoro, svago e divertimenti.

alt tag arte in regola

Le disposizioni governative a tutela del bene collettivo della salute, impongono stringenti limitazioni di spostamento, consentiti solo per comprovati motivi di necessità, dal luogo fisico di residenza fino al completo isolamento nei casi di contagio. La condizione di distanziamento sociale non presenta solo aspetti negativi, dovuti all’aggressività del virus e agli effetti socio-economici, ma può leggersi come un poderoso strumento introspettivo per analizzare la parte più profonda del sé, rinunciando all’accomodante visione consumistica della vita propagandata dagli slogan pubblicitari.

Ora che passeggiare in strada e socializzare all’aperto è proibito, le pareti di casa sono un microcosmo da esplorare spinti dalla voglia di riscoprire l’autenticità dei rapporti, la chimera della solidarietà esistente tra appartenenti al genere umano. Questa sorta di reclusione forzata dispone gli animi a risvegliarsi dal torpore di una vita apparente, ad uscire dai recinti virtuali per riappropriarci del tempo e delle priorità come la forza di un abbraccio, il contatto fisico, la sensazione di gioia nel vedere il sole tuffarsi nell’orizzonte, seguendo il profilo di una nuvola con un dito.

per info e per sapere come partecipare scrivi a Galleria Arte in Regola: luigirosa@gmail.com

 

La Galleria Arte in Regola lancia “Io resto a casa io guardo da casa” ultima modifica: 2020-03-24T16:44:46+02:00 da admin