Michele Baldi riempie il Radisson Blu e incontra 600 sostenitori

Lunedi 13 marzo 2017, al Radisson Blu, un moderno ed accogliente albergo e centro congressi nel cuore di Roma, 600 persone si sono presentate per rispondere all’invito di Michele Baldi, politico molto amato nella Capitale, attualmente  Consigliere regionale del Lazio e Capogruppo della Lista civica Nicola Zingaretti.

Un vero successo per Michele Baldi che ha voluto raccontare ai suoi elettori, amici e sostenitori quanto fatto in questi 4 anni in Regione e anticipando i temi ancora in itinere.

A Michele Baldi, abbiamo chiesto: Perché questa convocazione così estemporanea e senza un reale motivo? Il motivo è molto concreto invece: sono passati 4 anni dalla mia elezione al Consiglio regionale del Lazio e ho voluto ringraziare i miei elettori per la loro fiducia e dirgli che non era stata malriposta. Anzi, gli ho voluto far vedere cosa abbiamo fatto come Regione Lazio proprio grazie alla fiducia che loro mi hanno dato. E sono venuti in 600, un numero enorme anche considerando che si è trattato di un appuntamento in un giorno lavorativo e con un evento sportivo in concomitanza. E’ un segnale forte, è una conferma che la gente vuole essere informata, sapere, e che apprezza questi incontri

Che cosa ha sentito il bisogno di raccontare ai 600 che sono accorsi? Le cose più importanti che ho fatto personalmente e con Zingaretti in questi ultimi 4 anni, facendogli capire che molto possiamo ancora fare se avremo di nuovo la loro fiducia. A cominciare dalla sanità coi 18 presidi ambulatoriali aperti il sabato e la domenica, l’abolizione della quota regionale del ticket sanitario, la possibilità di consultare online i referti delle analisi e l’investimento di 8,5 milioni di euro per il rinnovo delle attrezzature negli ospedali. Per poi passare al sociale con l’approvazione, da parte della nostra Regione, della prima legge in Italia sul bullismo, con l’approvazione della legge contro la violenza sulle donne e di quella sui servizi sociali e con la tanto attesa riduzione dell’Irpef per gli scaglioni di reddito compresi tra i 15mila euro e i 75mila euro. Per i contribuenti beneficio di circa 110 milioni di euro all’anno. Abbiamo puntato molto sulla formazione e stiamo creando opportunità di accesso al mondo del lavoro con una serie di misure: l’accesso ai fondi europei anche per i liberi professionisti, il contratto di ricollocazione, anche con misure specifiche per le neomamme. E poi due provvedimenti di cui vado particolarmente fiero perché riservati ai giovani: il Torno Subito che ha permesso a 3.000 ragazzi di fare un’esperienza di lavoro e di formazione all’estero per poi riportare nella nostra Regione le competenze acquisite fuori. Da padre di 3 figli so quanto siano importanti queste opportunità. Ci siamo dedicati anche alla tutela dell’ambiente e uno dei nostri primi provvedimenti è stata la chiusura di Malagrotta, una svolta epocale e una battaglia che facevo dal 1997 in Consiglio Comunale. Abbiamo poi approvato una legge per l’acqua pubblica, perché questo bene resti di tutti e lontano da speculazioni. Abbiamo poi distribuito terre ai giovani tramite dei bandi specifici e acquistato nuovi bus Cotral e nuovi treni a basso impatto ambientale. E in ultimo, ma non ultima perché noi ci stiamo puntando molto, gli investimenti nella cultura: abbiamo approvato la legge sullo spettacolo dal vivo, attesa da 36 anni, e una legge sulla valorizzazione dei cammini del Lazio, come la Via Francigena. Abbiamo riqualificato il Castello di Santa Severa e lo abbiamo restituito ai cittadini che oggi lo possono visitare durante la bella stagione. E poi le Officine Culturali, per cui mi sono tanto battuto già dalla campagna elettorale, che oggi sono finalmente realtà: sosteniamo attività di promozione che incrementano l’offerta culturale in modo continuativo nel territorio regionale”.

Quali sono ad oggi le battaglie che Michele Baldi si impegna a portare a termine da qui alla fine del mandato? Quelle che per me sono fondamentali come la regolamentazione dei disturbi del comportamento alimentare. Ho presentato una proposta di legge e mi sto battendo perché venga discussa quanto prima visto che il fenomeno è allarmante. Secondo gli ultimi dati diffusi pochi giorni fa dall’Organizzazione Mondiale della Sanità, le patologie di tipo anoressico e bulimico rappresentano tra le teenager addirittura la seconda causa di morte dopo gli incidenti stradali. 3 milioni di italiani sono affetti da questi disturbi di cui 2 milioni sono donne tra i 13 e i 35 anni. E ancora, come ho già annunciato, sto per realizzare anche a Roma il Muro delle Bambole contro la violenza sulle donne. Nato a Milano da un’idea di Jo Squillo, questo muro è diventato un simbolo contro la lotta al femminicidio e per realizzarlo a Roma ho chiesto aiuto al mio amico Mauro Pallotta, MauPal, lo street artist autore del Super Pope”

Non voglio essere un bigliettino elettorale, ha dichiarato in apertura di appuntamento, che significa? Ho lo stesso numero di telefono e lo stesso cellulare da più di 10 anni. Mi piace incontrare le persone, stringergli la mano, ascoltarle, guardarle negli occhi, non parlargli tramite uno schermo di computer. Preferisco consumare tacchi e suole come si faceva una volta e come si dovrebbe fare ancora oggi per avere un rapporto diretto con gli altri. Sono una persona normale, semplice, come tutte, ho sempre lavorato, non sono un politico di professione ma un uomo che fa politica perché 15.000 persone mi hanno votato, guardandomi in faccia. Non votando un uomo politico ma prima di tutto un uomo e non a caso la nostra è una grande comunità umana prima ancora che politica”.

Che cosa è per  Michele Baldi la Buona Politica? “Qui gioco in casa perché io l’ho sempre praticata, la buona politica. Sin dall’inizio. Ed è quella che riesce a dare risposte alla gente, a quelli che non hanno voce, a quelli che guardano la politica come una speranza. Penso per esempio alla vicenda dei lavoratori della Sgs che si sono arrampicati sul tetto del San Camillo per difendere il loro posto di lavoro. Quando abbiamo trovato la soluzione, salvato i loro posti di lavoro e quando li abbiamo guardati in faccia e visti soddisfatti e felici, ecco quella è la buona politica”.

A breve il bando “torno subito” che permetterà a centinaia di giovani di vivere un’esperienza di lavoro e formazione all’estero, qual è il futuro dei giovani nella nostra Regione? “Torno Subito è una delle cose più importanti che abbiamo fatto nella nostra Regione, grazie a questa possibilità sono partiti già 3.000 ragazzi. L’abbiamo proprio concepita come la base per creare un futuro ai nostri giovani. Inoltre stiamo puntando sull’internazionalizzazione, dobbiamo attrarre investitori esteri che portino occupazione e ricchezza, soprattutto per i giovani. Penso alle grandi aziende farmaceutiche che hanno scelto il Lazio o a colossi come Amazon che si è recentemente insediato a Rieti portando 1.200 posti di lavoro. I posti di lavoro non si inventano, vanno creati attraverso una grande visione che passi per l’innovazione tramite l’utilizzo pianificato dei fondi europei e tramite bandi espressamente dedicati alle start up, anche declinati al femminile. Penso a Sostantivo Femminile che finanzia l’imprenditoria rosa, giunto quest’anno alla terza edizione. Le domande per partecipare potranno essere inoltrate dal 24 aprile prossimo, abbiamo stanziato due milioni di euro per sostenere la nascita e lo sviluppo di idee e progetti imprenditoriali innovativi da parte delle donne, promuovendo la creatività e la valorizzazione del capitale umano femminile. Potranno partecipare al bando, oltre alle libere professioniste, le imprese al femminile già costituite ma anche quelle che ancora non lo sono. Saranno finanziabili i progetti che includano la realizzazione di nuovi prodotti o servizi tramite l’utilizzo delle nuove tecnologie e quelli che abbiano come obiettivo la Social Innovation, ovvero che presentino soluzioni tecnologiche ai problemi dovuti al cambiamento della società”.

 Intervista di Antonietta Di Vizia

 

Michele Baldi riempie il Radisson Blu e incontra 600 sostenitori ultima modifica: 2017-03-23T13:58:21+00:00 da Antonietta Di Vizia