La Siae punta sul cortometraggio per lanciare giovani autori

alt tag siae

A Venezia la Siae punta sul cortometraggio per lanciare giovani autori.”Continuiamo ad essere sempre dalla parte di chi crea, soprattutto se giovani, perchè il diritto d’autore fa vivere chi ci fa sognare” così si espresso il direttore generale della Siae nel presentare la rassegna di cortometraggi under ’30 “I love GAI” inserita, all’interno della 75ed. Festival Cinema di Venezia insieme con Lightbox.

alt tag siae

Durante la rassegna in una sala gremita tra i temi più affrontati dagli autori in corso sicuramente la diversità l’omofobia, l’integrazione, il razzismo, la malattia, la vecchiaia. Tra i 15 corti selezionati da Jacopo Chessa, Andrea Purgatori, Mara Sartore questa sera sarà decretato il nome del vincitore durante una serata al Grande Albergo Ausonia&Hungaria  dove una giuria di giornalisti, editori, del mondo del cinema faranno non poca fatica a scegliere uno solo dei lavori presentato dai ragazzi.
La rassegna dei cortometraggi, alla sua terza edizione nasce per iniziativa della Siae ed ha trovato subito ampi consensi data la particolarità di genere di nicchia dedicata a questa forma di arte piena di storie,  in grado di essere raccontate spesso con l’ausilio di poche parole scarsa sceneggiatura e molta regia con molte immagini in poco meno di 30′ minuti. Attendiamo il nome del vincitore, anche se gia’ essere arrivati in finale per molti di loro e’ una gran vittoria  e confidiamo in una capillare distribuzione delle pellicole che possano avere una degna visibilità non solo per gli addetti ai lavori.
alt tag siae
La Siae punta sul cortometraggio per lanciare giovani autori ultima modifica: 2018-09-01T07:10:45+01:00 da Antonietta Di Vizia