Tributo a Massimo Troisi al teatro delle Muse fino al 3 marzo

alt tag massimo troisi

Un bel tributo a Massimo Troisi al teatro delle Muse fino al 3 marzo ad opera di Geppi Di StasioRoberta Sanzò, Alida Tarallo, Carlo Badolato …un ritratto intenso e poetico di un attore, che in molti conoscevano solo superficialmente, che in questo racconto tematico restituisce uno spessore e una profondità al comico napoletano più amato degli anni ’90.

alt tag massimo troisi
Geppi Di Stasio

A 25 anni dalla sua scomparsa lo spettacolo “Mò me lo segno” è un vero atto d’amore di un artista poliedrico e dalla forte sensibilità come Geppi Di Stasio che ne firma anche testo e regia.
Massimo Troisi, scomparso a soli 41 anni, senza riuscire neanche a terminare le riprese del film “Il Postino” suo ennesimo capolavoro cinematografico lascia una forte eredità al mondo dello spettacolo partenopeo che Geppi di Stasio suo conterraneo è riuscito a raccogliere e raccontare nello spettacolo “Mò me lo segno”.

Sul palco l’essenza della sua poetica, delle sue suggestioni, la sintesi del suo pensiero, attraverso l’incontro di Massimo Troisi con Pablo Neruda, il poeta degli oppressi. Molti i punti in comune tra i due dall’ approccio laico alla vita, l’essere figli di ferrovieri, l’essere uomini del Sud, l’essere accomunati dall’ideale marino e dalla sensibilità al fascino femminile.

L’incontro con Neruda è stata la sua l’ultima esperienza cinematografica, segnata dagli immancabili brani di Pino Daniele, donne, poesia, immagini e, perché no, divertimento, tutti ingredienti di “Mò me lo segno”, il cui stesso titolo, mutuato da una delle più famose battute di Troisi, sta ad indicare la negazione della morte fisica perché le cose da dire, specie se si è dei grandi artisti, avrebbero potuto essere ancora tantissime.

Un debutto avvento a San Valentino, nella giornata degli innamorati, che ha visto lo svolgimento di un raduno di ciclisti, appartenenti all’associazione “Pedalando nella storia”, specializzata negli eventi revocativi, per un giorno nel ruolo di Postini Salva-Cuore. Un compito importante quello di portare in giro sulle due ruote il ricordo di Troisi per ribadire alle coppie, di ogni età, ceto sociale e sesso, l’importanza dell’amore per la vita, per l’animo umano e il valore di una corretta prevenzione.

I Postini Salva-Cuore sono partiti il 14 febbraio dal Teatro delle Muse,e hanno consegnato alle persone incontrate lungo il percorso una busta (rigorosamente rossa) contenente i versi di Neruda unitamente ad un vademecum di regole per mantenere in salute il proprio cuore, redatto da esperti cardiologi, per unire il concetto di amore e saluto in un romantico abbraccio.

Redazione

Tributo a Massimo Troisi al teatro delle Muse fino al 3 marzo ultima modifica: 2019-02-17T14:54:23+02:00 da Antonietta Di Vizia