Romics 2016 alla Nuova Fiera di Roma

Romics 2016

Torna Romics, la fiera del fumetto, dell’animazione e tanto altro

Dal 7 al 10 aprile 2016 a Roma torna il Romics: festival internazionale dedicato al fumetto, all’animazione e ai giochi e ai crossmedia, che si tiene due volte l’anno presso la Nuova Fiera di Roma. Come ogni anno, elevata l’affluenza prevista e tanti e in forte crescita gli espositori e le attività dedicate alla cultura geek. Cinque i padiglioni dove le attività si concentrano, ognuno dedicato ad un ramo dell’intrattenimento: comics (espositori di fumetti ed editoria), movie village (cinema e mostre), palaromics (per esibizioni musicali e cosplay), games entertainment (per videogiochi e youtuber), comics meeting&lab – playspace (giochi di carte e strategia e area dedicata ai bambini). Romics non è dunque solo una fiera del fumetto ma è anche una occasione per giovani artisti nel campo dei cosplay e videogiochi per farsi conoscere. Sempre più personalità della politica e dello spettacolo sono attese a questo evento, come da programma giovedì 7 aprile durante l’inaugurazione del Comics Meeting&Lab e Wallab della creatività, organizzato in collaborazione con la Regione Lazio sono intervenuti i rappresentanti delle istituzioni e il presidente, Nicola Zingaretti.

romicsRomics è anche una occasione per incontrare il proprio autore preferito e riuscire a farsi fare sull’opera una dedica o uno sketch ma anche assistere a conferenze stampa con il cast di un film presentato alla fiera. Dunque non più solo un’occasione di vendita per autori ed editori ma anche uno scambio e l’incontro con il pubblico che diventa sempre più attivo all’interno della fiera. A Romics è possibile anche provare attrezzature tecnologiche e videogiochi negli appositi padiglioni ma anche giocare con il personale dello stand qualche partita ad uno dei numerosi giochi da tavolo presenti nei padiglioni. Una delle più grandi attrattive delle fiere del fumetto è anche il cosplay, parola nata dalla fusione tra le parole inglesi costume e play (gioco e interpretazione). Nonostante la sua nascita sia da collocare geograficamente negli Stati Uniti d’America, il fenomeno è molto diffuso in Giappone dove nasce la professione del cosplayer diffusa molto in tutto il mondo e arrivata anche in Europa. Il cosplay consiste nell’interpretare un personaggio fittizio da un’opera che si ama molto, così da poter essere per un giorno il personaggio che si è sempre sognato diventare, ma è anche una espressione artistica dato che molti cosplayer fabbricano da soli il loro costume e interpretano il loro personaggio con molto impegno. La comunità dei cosplayer italiani è sempre più estesa e rende la fiera del fumetto anche spazio d’aggregazione dove è possibile esibirsi ed essere premiati per il proprio personaggio, inoltre al Romics vi sono anche stand che vendono parrucche, lenti a contatto e accessori vari per i neofiti che si approcciano a questo mondo.

romics

I social network come per esempio Youtube sono diventati sempre più importanti nel nostro quotidiano e questo ha ripercussioni anche nei grandi eventi come sul Romics. Nel padiglione games entertainment, attesi sul palco alcuni tra gli Youtubers più amati e popolari.

Romics è dunque una bella occasione per vivere le proprie passioni, confrontarsi, incontrare il proprio disegnatore preferito ma anche scoprire nuovi mondi legati all’intrattenimento, una manifestazione ideale per dare sfogo alla propria fantasia e creatività.

Articolo di Franca Viganò

romics

Romics 2016 alla Nuova Fiera di Roma ultima modifica: 2016-04-09T07:34:54+02:00 da Cristiano Morelli