Petrolio al minimo ma i problemi restano

Probabilmente il petrolio ha toccato il fondo, ma i problemi restano

Domenica scorsa 17 aprile 2016, dopo 10 ore di estenuanti trattative, i Paesi Opec, http://www.opec.org/, riuniti a Doha, capitale dello stato del Qatar, non sono riusciti ad accordarsi sul congelamento della produzione di petrolio, ai massimi degli ultimi anni. E’ stato il veto dell’Iran, peraltro volutamente assente dal vertice, a far deragliare le trattative. Dopo che le quotazioni del petrolio hanno toccato i 30 dollari, è comunque scattato un discreto rimbalzo che ha portato le stesse fino ai 43 dollari.

Petrolio

Forse il peggio è passato. L’equilibrio tra domanda e offerta è ancora sbilanciato, ma molte aziende che producono shale – oil in America, raggiungendo il break even di bilancio con il petrolio a 70 – 80 dollari, stanno fallendo, diminuendo lentamente l’offerta e riducendo gli squilibri. Anche le principali banche americane, nonostante la grande diversificazione dei propri portafogli impiegati, stanno soffrendo la loro esposizione sul settore. Infatti JP Morgan, Bank of America e Wells Fargo hanno dovuto accantonare ingenti somme per fare fronte  ai crediti deteriorati nei confronti del settore.

Petrolio
Phillips 66

E’ presto per pronosticare una stabile e duratura ripresa delle quotazioni del petrolio verso o oltre i 100 dollari, anzi forse tali livelli non si vedranno più.

Per chi volesse investire sul settore petrolifero potrebbe sicuramente essere un’idea vincente investire sulle aziende di raffinazione, che beneficiano maggiormente di questo scenario.

Non è un caso che il più grande investitore del mondo, Warren Buffet, ha accumulato in gennaio 2016 il 14 % del capitale della Phillips 66, http://www.phillips66.com/, la più importante raffineria di petrolio quotata in America.

Per chi volesse fare lo stesso sul mercato italiano, potrebbe investire sulla raffineria Saras, con meno appeal di lungo periodo ma con la stessa logica.

 

Articolo di Andrea Vedovati.

petrolio
Personal Assistant Service –    Tel. (+39) 06.97993023        http://www.paspartu.org

 

Petrolio al minimo ma i problemi restano ultima modifica: 2016-04-21T12:55:32+01:00 da Antonietta Di Vizia