Adriana Soares e le sue “foto pittoriche” in mostra al ChROMAtica Festival

Adriana Soares e le sue “ foto pittoriche” in mostra al ChROMAtica Festival

E’ stata inaugurata venerdì 5 maggio 2017, nello Spazio Factory del Macro Testaccio a Roma la prima edizione del ChROMAtica Festival. Madrina del Festival è stata l’attrice Simona Borioni, con la partecipazione di Giada Desideri, Beppe Convertini, Myriam Fecchi, Pino Gagliardi. ChROMAtica è Festival multidisciplinare, che si sta svolgendo, nei giorni tra il 5/7 maggio e 12/14 maggio, un evento unico nel suo genere che riunisce le forme di arte più diffuse, rappresentate dai colori. Il compositore Scriabin, da cui è stato preso spunto nell’ideare ChROMAtica Festival, mette in rilievo l’importanza fra la musica ed i colori. E proprio per l’elevato contenuto culturale che hanno partecipato alla realizzazione l’Università John Cabot di Roma, l’Accademia Internazionale Musicale di Roma, l’Accademia del Lusso di Roma, il Liceo Coreutico – Convitto V. Emanuele II e il Conservatorio Ottorino Respighi di Latina .Quest’anno sono stati scelti i colori: BIANCO-NERO, GIALLO, BLU, VERDE, ROSSO e la POLICROMIA per la chiusura.

Tra gli artisti che rappresentano il colore Verde c’è Adriana Soares, reduce dal successo della sua mostra allestita presso Banca Generali, a Roma. La famosa artista brasiliana, espone una selezione di sue opere, “ foto pittoriche”, in parte nuovamente realizzate, per questa occasione. Per l’artista il verde  è il colore della natura, “che ci è stata donata e che troppo spesso non trattiamo con il dovuto rispetto. La natura è viva; questo è il credo delle popolazioni che hanno sempre abitato la foresta dell’Amazzonia, loro habitat naturale.” Forte il legame dell’artista con il suo paese natio, difatto lo riporta nelle sue opere, “forte è il nesso atavico con la spiritualità e la magia delle popolazioni che vivono nella foresta vivente. Dalla foresta traggono il loro sostentamento necessario, la venerano e la rispettano perché è padre e madre. Così nasce il mito, la leggenda dei popoli che venerano la foresta. La foresta amazzonica sempre più ferita e questo dolore e questa sofferenza traspaiono nelle realizzazioni di Adriana, generando suggestioni che convincono, rappresentazioni potenti che si alternano nelle inquiete e nostalgiche atmosfere delle sue opere foto pittoriche.”

Vedi l’intervista realizzata da Federica Pansadoro all’artista Adriana Soares:

 

Adriana Soares e le sue “foto pittoriche” in mostra al ChROMAtica Festival ultima modifica: 2017-05-08T16:17:26+01:00 da Antonietta Di Vizia