Roma, chiude il cinema Maestoso

I cittadini: «Non vogliamo perdere questa sala»

Alt text il mistero del cronovisore
CLICCA QUI PER COMPRARE IL MIO NUOVO EBOOK A SOLI € 0,49!

Un sit-in di protesta per chiedere che il cinema Maestoso in via Appia Nuova continui a proiettare film. Tanti cittadini oggi pomeriggio si sono ritrovati di fronte all’ingresso della sala cinematografica che da domani chiuderà i battenti, dopo che il Circuito Cinema per una serie di problemi all’edificio, ha deciso di rinunciare alla gestione dello stabile. I comitati di quartiere, alcune associazioni, esponenti del Pd, di Liberi e uguali del VII Municipio insieme ai lavoratori del cinema hanno organizzato nel pomeriggio attività e giochi per i più piccoli in attesa delle 20, ora dell’ultima proiezione della prima multisala che aprì a Roma, nella speranza di richiamare l’attenzione pubblica e sospendere così la decisione della chiusura.

Alt text cinema Maestoso

Gli organizzatori della manifestazione hanno rivolto un appello anche alla sindaca: «Raggi scongiuri la chiusura definitiva del cinema Maestoso e si impegni a garantire gli otto dipendenti del Circuito Cinema che rischiano di restare in mezzo alla strada. Il patrimonio culturale della città va difeso e tutelato», afferma, in una nota, Stefano Pedica della direzione del Pd. Il cinema Maestoso, la prima multisala della città nata nel 1957, ad oggi rappresenta uno dei pochi punti di ritrovo per gli abitanti di Roma Sud e dell’Alberone in particolare. A poco e valso l’impegno dei cittadini che si erano adoperati anche con una raccolta firme arrivata alle 13mila sottoscrizioni.

Clicca qui per leggere la Fonte

RomaOggi.eu → Leggi il prossimo articolo

La Redazione

RomaOggi.eu “Interesting news for interesting people”

Alt text cinecittà world
Ottieni uno sconto sull’acquisto dei biglietti! CLICCA QUI
Roma, chiude il cinema Maestoso ultima modifica: 2018-06-04T00:13:03+02:00 da Cristiano Morelli