Luigi Gattinara, direttore Triennale di Fotografia, da Matera a Biennale Milano 

alt tag Luigi Gattinara

I sassi di Matera incontrano la mostra Luci e ombre di Luigi Gattinara da sabato 3 a venerdì 16 agosto.

È così che il direttore della Triennale della Fotografia, che a ottobre prenderà parte, in qualità di ospite illustre, all’esposizione internazionale Biennale Milano, presentata da Vittorio Sgarbi al Brera Site (via delle Erbe, 2) a Milano, illuminerà con le sue fotografie d’arte la capitale europea della cultura.

alt tag Luigi Gattinara

Luigi Gattinara è conosciuto per le sue rivisitazioni della natura morta, che, riprendendo la maniera dei pittori olandesi del XVII secolo e il contrasto chiaroscurale di Caravaggio, trasformano, attraverso l’obiettivo, la realtà in forma d’arte. Il fascino inconfondibile dei suoi scatti risiede nella morbidezza con cui la luce si posa sui soggetti, tale da rendere l’immagine simile a un dipinto. La rievocazione di una storia culturale, di una storia artistica che non deve essere dimenticata, diviene un messaggio sotteso alle sue opere, che parlano di una bellezza trasformatrice. Gli oggetti divengono immagine. Parigi, Berlino, New York, Singapore, Tokyo sono solo alcune delle città in cui Luigi Gattinara espone da oltre 40 anni. Fondatore e presidente della Triennale della Fotografia Italiana, il Maestro Gattinara parte così alla volta di Matera per questa pausa estiva, pronto per calarsi poi nella realtà di Milano, dove lo attende la Biennale. Organizzata dal curatore di mostre e grandi eventi Salvo Nugnes, la rassegna godrà di cinque giorni di incontri ed eventi in nome dell’arte e della cultura e, fin da ora, di un’enorme visibilità. Tra gli ospiti attesi, il sociologo di fama mondiale Francesco Alberoni, il cantautore Morgan, il direttore del TgCom Paolo Liguori, il cantautore Edoardo Bennato, il soprano Katia Ricciarelli e molti altri.

Redazione

Luigi Gattinara, direttore Triennale di Fotografia, da Matera a Biennale Milano  ultima modifica: 2019-08-09T12:49:48+02:00 da Antonietta Di Vizia