Alba Fucens… la città romana che sorge in Abruzzo … Testi e foto della fotoreporter Roberta Hidalgo

Il tempo non perde tempo" scriveva Sant'Agostino

alt tag alba fucens
Panoramica sito archeologico @ Roberta Hidalgo

Roma ha fotografie da trasmettere ad oltranza.

Inclusa l’immensa storia di Alba Fucens, città romana che sorge in Abruzzo, in una piccola valle circondata da tre colline in un’area occupata dagli Equi.

“Il tempo non perde tempo” scriveva Sant’Agostino: la memoria storica ci salva.

Gli Equi era un antico popolo italico che occupava un’area oggi compresa fra il Lazio e L’Abruzzo, in Italia, costantemente citato nella prima decade di Livio come ostile a Roma nei primi tre secoli dell’esistenza della città.

La fondazione di Alba Fucens si inserisce nel processo di assoggettamento dell’Italia centrale da parte di Roma; dopo la sconfitta imposta agli Equi, nel 303 a.C. Alba viene posta a controllo di un ambito geografico determinante negli equilibri di un ampio territorio lungo la via Tiburtina Valeria.

alt tag alba fucens
Panoramica sito archeologico 2 © Roberta Hidalgo

Dopo la guerra sociale ( 91-89 a.C.) combattuta per ottenere la cittadinanza Romana, Alba assunse il titolo di Municipium ed i propri abitanti diventarono romani a tutti gli effetti.

All’atto della fondazione il senato romano destinò ad Alba seimila coloni.

La città rivestì un ruolo di grande importanza per lunghi secoli; soltanto a partire dal V-VI sec. D.C., anche a causa di eventi naturali, un progressivo declino portò all’abbandono dell’antica colonia.

La città di Alba Fucens è circondata da una possente cinta muraria in opera poligonale per un perimetro di tre Km, lungo la quale si aprono quattro porte. Ancora oggi si entra in città dalla Porta di Massa, ad est.

alt tag alba fucens
Ingresso Anfiteatro © Roberta Hidalgo

Dalla Porta Massima, ad ovest, entrava in città la via Tiburtina Valeria che poco dopo si immetteva nel Foro.

Al di fuori dell’area centrale, raggiungibile da un sentiero che si stacca dalla strada che conduce al colle di San Pietro, sorge l’Anfiteatro.

Fu costruito nella prima metà del I sec. d.C. grazie al testamento di Quinto Nevio Sutorio Macrone, ricordato nell’iscrizione sull’arco di ingresso. Nella parte inferiore della cavea restano gli ingressi per i gladiatori e le bestie.

alt tag alba fucens
Panoramica anfiteatro © Roberta Hidalgo

La chiesa di S.Pietro sorde sulla collina omonima. Si imposta sul Tempio di Apollo del quale restano alcune colonne originarie inglobate nella muratura.

© Roberta Hidalgo

Redazione ed editing fotografico di Alessandro Lisci 

Alba Fucens… la città romana che sorge in Abruzzo … Testi e foto della fotoreporter Roberta Hidalgo ultima modifica: 2021-05-18T09:57:04+02:00 da Alessandro Lisci