Vitamina D: preziosa alleata del sistema immunitario-by Emanuela Scanu

alt tag vitamina D

La Vitamina D: preziosa alleata del sistema immunitario

In questi giorni di pandemia si è spesso parlato di eventuali effetti terapeutici della Vit. D per i pazienti affetti da CoVID 19. Il Ministero della Salute ci va cauto e non si espone al riguardo. Eppure attualmente esistono molti studi sugli effetti della carenza della Vit. D e sul suo prezioso ruolo contro le infezioni.

Questa interessante Vitamina continua a stupirci man mano che proseguono le ricerche su di essa. I suoi effetti sono molteplici e agiscono su più fronti. Ne vediamo qualcuno insieme. Innanzitutto definirla vitamina è un po’ riduttivo poiché i suoi effetti sono più simili a quella di un ormone. Viene considerata un pro-ormone che viene prodotto a livello cutaneo per effetto dei raggi UVB. L’introduzione nell’organismo di questa vitamina può avvenire tramite l’assunzione di cibi quali il pesce azzurro, le uova o i funghi, ma anche attraverso un’integrazione farmaceutica. La vitamina D può essere somministrata attraverso gocce, compresse ed esiste anche una formulazione spray che permette un’ottima assimilazione senza conseguenze a livello gastrico ed intestinale.

Il ruolo principale, e quello più conosciuto della Vitamina D, è quello di regolare l’assorbimento intestinale del Calcio permettendo la mineralizzazione dell’osso. Infatti ultimamente si consiglia una integrazione di Vit. D nei bambini in fase di crescita e nelle donne nella pre e menopausa. La vitamina D svolge la sua azione anche nella contrattilità muscolare e infine sul sistema immunitario.

Studi dimostrano come possa essere considerata come prima barriera verso micro organismi patogeni in particolare per le infezioni dell’apparato respiratorio. Naturalmente è una “barriera” per batteri e virus, ma non è un antivirale!

Attualmente a Torino il Prof. Giancarlo Isaia (specialista in Endocrinologia, Medicina Interna, Medicina Nucleare del Dipartimento di Scienze Mediche dell’Unito e Presidente dell’Accademia di Medicina di Torino sia della Fondazione Osteoporosi onlus) con il Prof. Enzo Medico  (Docente e ricercatore dell’Università degli Studi di Torino) stanno valutando il ruolo preventivo e terapeutico della Vitamina D anche nelle infezioni da CoVID19. Si presume che la riduzione degli effetti della ipoavitaminosi, associato ad altre misure preventive generali, potrebbe essere un valido aiuto durante questo difficile momento di pandemia. Particolarmente utile potrebbe essere proteggere le persone ricoverate nelle case di riposo, nei familiari dei colpiti dal virus e negli operatori sanitari.

alt tag vitamina D
Prof. Isaia

Prof. Giancarlo Isaia sull’argomento: 

“Sulla base di numerose evidenze scientifiche e di considerazioni epidemiologiche, sembra che il raggiungimento di adeguati livelli plasmatici di Vitamina D sia necessario, anzitutto, per prevenire le numerose patologie croniche che possono ridurre l’aspettativa di vita nelle persone anziane, ma anche per determinare una maggiore resistenza all’infezione Covid19 che, sebbene con minore evidenza scientifica, può essere considerata verosimile” 

Naturalmente gli effetti benefici della somministrazione di Vit. D alle persone in fase acuta di contagio sono ancora lontani dall’essere confermati, ma al Molinette di Torino è partita una sperimentazione su 30 pazienti…il che fa ben sperare. 

alt tag cervello
Dott.ssa Emanuela Scanu

Dott.ssa Emanuela Scanu

Psicologa esperta in disturbi dell’alimentazione e coach alimentare

Autrice del libro Dimagrire una scelta consapevole ed. campi di carta 2013

www.emanuelascanupsicologa.com

 

 

 

Vitamina D: preziosa alleata del sistema immunitario-by Emanuela Scanu ultima modifica: 2020-04-12T12:03:45+02:00 da Emanuela Scanu