UEFA EURO 2020 – ITALIA SVIZZERA: 3-0

La cronaca dell'incontro a cura di FRANCO BOTTONI

alt tag italia svizzera europei

UEFA Euro 2020 Italia Svizzera .  

Allo stadio Olimpico di Roma seconda partita degli Europei per gli azzurri,  oggi mercoledì 16 giugno 2021

Il risultato è commentato dalla cronaca di Franco Bottoni, segretario generale del Real Testaccio.

ITALIA-SVIZZERA 3-0 (p.t. 1-0)

Marcatori 26’ e 52’ Locatelli, 89’ Immobile

 

Bella e convincente prestazione dell’Italia all’Olimpico di Roma nella seconda partita di questo campionato europeo. Un’Italia brillante e convincente ha letteralmente demolito la Svizzera con un 3-0 forse anche un po’ stretto. L’Italia si presenta sotto a guida di Mancini con un 4-3-3 partendo da Donnarumma in porta e una difesa con Di Lorenzo, Bonucci, Chiellini, Spinazzola; a centrocampo Barella, Jorginho, Locatelli, il trio avanzato Berardi, Immobile, Insigne. In panchina  Meret, Sirigu, Acerbi, Bastoni, Emerson Palmieri, Toloi, Pessina, Cristante, Chiesa, Belotti, Bernardeschi, Raspadori.

La Svizzera guidata dall’ex laziale Pektovic si presenta con Sommer; Elvedi, Schär, Akanji; Mbabu, Freuler, Xhaka, Rodriguez; Embolo, Shaqiri; Seferovic. In panchina Kobel, Mvogo, Comert, Widmer, Vargas, Benito, Fassnacht, Mehmedi, Sow, Zuber, Zakaria, Gavranovic.

Nei primi minuti la nazionale di Petkovic mantiene il possesso palla mentre l’Italia cerca di ripartire. Lça Svizzera dimostra personalità giocando sempre il pallone. Petkovic incoraggia i suoi a proseguire su quel tracciato mentre Mancini chiede di pressare.  Le due squadre giocano corte in questi primi minuti di gioco, cercano di palleggiare e giocano il pallone. Mancini urla chiedendo di pressare di più soprattutto a centrocampo.  Al 12′ occasione per l’Italia con Spinazzola che fugge sulla sinistra e mette al centro per il colpo di testa di Immobile, pallone sopra la traversa. L’Italia comincia a spingere non dando respiro agli avversari finché al 17′ Insigne che dai 20 metri calcia molto sopra la traversa.

La Svizzera inizia a difendersi in dieci lasciando il solo Seferovic in avanti. Poi al 19’ un rimpallo in area favorisce Chiellini che segna di sinistro ma dopo due minuti il Var annulla per fallo di mano. Ancora 0-0.

Il pubblico dell’Olimpico spinge a gran voce capendo che il momento è propizio. Nell’azione del gol annullato un problema muscolare fa uscire Chiellini che viene sostituito da Acerbi. In questa frazione di gioco l’Italia prende in mano il pallino del gioco e questo dominio viene suggellato da un fantastico gol di Locatelli su un’eccellente azione di Berardi sulla destra, dribbling, cross al centro e Locatelli al volo mette dentro. 1-0.

Cerca di reagire la Svizzera al meritato vantaggio dell’Italia ma gli azzurri non mollano di un centimetro. Dopo la prima mezz’ora l’Italia comincia a rifiatare abbassando il ritmo del gioco ma la Svizzera non riesce ad approfittarne. Al 34′ Insigne dall’interno dell’area, lascia partire un destro a giro ma Akanji salva sulla linea di porta. Un paio di affondi di Spinazzola ridanno brio alla partita, riceve anche palla da Insigne ma sbaglia il colpo finale. Poco altro negli ultimi minuti. Al 47’ l’arbitro avverte con il doppio fischio che il primo tempo è finito.

Inizia il secondo tempo esce Seferovic ed al suo posto entra Gravanovic. Gli azzurri rientrano con la stessa formazione. La Svizzera riparte con brio come nel primo tempo cecando di sorprendere gli azzurri che tardano a rientrare in partita. Ma ancora nessuno tiro in porta degli elvetici. Al 50′ Cartellino giallo per Gavranovic. Mancini manda a scaldare Chiesa, Pessina e Belotti. Tre minuti dopo raddoppio dell’Italia ancora con Locatelli che, dopo aver iniziato un’azione al limite della propria area va a riprendere all’interno dell’area avversaria un cross rasoterra e mette la palla nell’angolino dove il portiere non può arrivare.

L’Olimpico è una bolgia. La palla è sempre ai piedi dei nostri calciatori mentre la Svizzera inizia a deporre le armi. Il pressing totale è la nostra arma. Al 59′ Petkovic fa un doppio cambio Zuber e Widmer al posto di Schar e Mbabu.  Al 62′ Shaqiri si porta il pallone sul sinistro, tiro fuori.

Tre minuti dopo la prima occasione della Svizzera con un tiro di Zuber ma Donnarumma salva opponendosi due volte. La Svizzera sta riprendendo vita. Bella occasione con Berardi che, servito da Locatelli, calcia di sinistro ma il tiro va sopra la traversa. Al 70′ doppio cambio, in campo Chiesa e Toloi al posto di Insigne e Berardi. Gli azzurri iniziano a giocare con un 3-5-1-1 con Chiesa alle spalle di Immobile. Qualche minuto dopo l’Italia ad un passo dal terzo gol, Chiesa scatta e appoggia per Immobile che calcia male con il sinistro. Doppio cambio nella Svizzera entra Vargas al posto di Shaqiri, uno dei pochi che si era salvato.

Negli ultimi dieci minuti la Svizzera prova ad attaccare con molti uomini ma nessun pericolo per gli azzurri. Al 79′ arriva il cartellino giallo per Embolo. All’85′ cambio nella Svizzera entra Sow al posto di Freuler.  Subito dopo doppio cambio nell’Italia entrano Pessina e Cristante al posto di Locatelli e Barella. Italia ad un passo dagli ottavi di finale. Poi la ciliegina all’89’ Immobile dai venti metri lascia partire un destro che sorprende Sommer. 3-0.

Qui finisce la partita perché i tre minuti di recupero non hanno prodotto nessuna azione.

Risultato netto che fa sperare bene per la prossima partita contro il Galles.

© Franco Bottoni – Segretario Generale Real Testaccio

alt tag Franco BottoniFB https://www.facebook.com/franco.bottoni.7

Redazione ed editing fotografico di Alessandro Lisci 

UEFA EURO 2020 – ITALIA SVIZZERA: 3-0 ultima modifica: 2021-06-17T00:08:33+02:00 da Alessandro Lisci