Impari “amo” il rispetto. Tavola rotonda al Teatro Vignoli il 3 marzo

"No Violence" la mostra fotografica e il video di Michele Simolo alla Tavola rotonda del 3 marzo a Roma

Valentina Carnelutti per "No Violence" foto di Michele Simolo

Impari “amo” il rispetto. Insieme contro tutte le violenze

Si avvicina la data dell’8 marzo, giorno che celebra la festa della donna in tutto il mondo, ma purtroppo per molte donne c’è poco da festeggiare visto l’enorme numero ancora oggi vittime di violenza e soprusi. Una violenza per lo più che nasce e cresce nelle mura domestiche e che deve essere sradicata nelle abitudini e nella cultura con azioni concrete. Tanti gli appuntamenti che in questa settimana sostengono questa causa, ma noi di RomaOggi, vi vogliamo segnalare la tavola rotonda del 3 marzo, alle 17.00,  al Teatro Vignoli Parrocchia San Leone Magno di Roma dal titolo Impari “amo” il rispetto. Insieme contro tutte le violenze.  Saranno presenti a questo incontro: Antonio Liani presidente dell’associazione “Roma.con”, l’associazione Fajalobj che collabora con il progetto e dà aiuto alle donne africane che hanno subito violenza presso il VI Municipio, Marta Bonafoni consigliere regionale, Marco Cannavicci docente di criminologia, Daniela TiburziCarlotta Di Santo giornalista agenzia Dire, Andrea PerroniFloriana Vignanese. Durante la conferenza del 3 marzo Impari “amo” il rispetto. Insieme, verrà anche proiettato un video fotografico realizzato da Michele Simolo, noto fotografo, artefice del  progetto fotografico e video  “No Violence” al quale abbiamo chiesto:

foto di Michele Simolo
“No Violence” foto di Michele Simolo

Come nasce “No Violence”? L’idea si concretizza a Viterbo il 25 novembre prima giornata mondiale contro la violenza sulle donne in quell’occasione mi sono ritrovato in una manifestazione dove la presenza maschile era molto esigua e ho pensato che dovevo mandare un forte messaggio attraverso l’ arma migliore che conosco, la fotografia. Grazie a 35 artiste del mondo del cinema, teatro e  televisione, grazie  alla loro partecipazione gratuita  in brevissimo tempo ho realizzato toccanti immagini che sono state in mostra gia in diverse occasioni, dall’Isola del cinema durante l’estate romana,al festival del cinema di Roma e in tantissimi teatri romani e cittadine nel Lazio,  messaggio che mi ero prefissato quello di denunciare e non restare insensibili quando si assiste ad atti di violenza. Il progetto oltre essere composto di 35 pannelli in Bianco Nero con foto di violenza e abbinato ad un Video fotografico.
Chi ha partecipato a “No Violence”? “Hanno collaborato al progetto, Antonella Pochesci, Antonella Salvucci, Carla Solaro, Claudia Conte, Chiara Pavoni, Demetra Hampton, Elena Berera, Elena Ossola, Elisabetta Pellini, Emanuela Ponzano, Erika Camese, Esmeralda Camarena, Fabiana Roscioli, Fabiana Rignanese, Francesca Stajano, Giannina Porta,Giulia Buccellari, Jinny Steffan, Katia Santantonio, Marilù De Nicola , Martina Meneghini, Marcia Sedoc, Maria Loana Gloriani, Maria Monsè, Metis Di Meo, Nadia Bengala, Natalia Simonova, Ornella Vidal, Resy Kisha, Rita Capobianco, Simona D’Angelo, Valentina Carnelutti, Vanessa Jay Mulder e Antonio Liani, Antonio Sassu, Lino Sorrentino, Alessandro Fiumara, Luca della Torre, Federico de Lellis, Riccardo De Lellis, Dorian Gray, Claudio Di santo”. 

Impari "amo" il rispetto

Come la fotografia può aiutare nel progetto di comunicazione e sostegno alle donne vittime di violenza? La fotografia a differenza di un ricordo della mente può essere vista sempre e non può essere dimenticata, la mente al contrario può cancellare un  ricordo. Io credo che il messaggio fotografico mi ha dato più di quando mi sarei mai aspettato“.
Dopo questo appuntamento, dove sarà possibile vedere questa bella mostra fotografica?
I prossimi appuntamenti sono il 6 marzo a  Viterbo, l’ 8 Marzo a Roma, alla Casa del Cinema il 21 marzo, per chi non riesce a venire a questi importanti appuntamenti,  video e foto sono sul sito http://www.feedbook.info

Articolo Antonietta Di Vizia

 Elisabetta Pellini per “No Violence ” foto di Michele Simolo
Impari “amo” il rispetto. Tavola rotonda al Teatro Vignoli il 3 marzo ultima modifica: 2016-03-01T22:27:44+02:00 da Antonietta Di Vizia

1 Commento su Impari “amo” il rispetto. Tavola rotonda al Teatro Vignoli il 3 marzo

  1. Interessante articolo e interessanti initiative! Grazie per l’informazione!

I commenti sono bloccati.